rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
I numeri

Un anno da record per Autostrade Alto Adriatico: 50 milioni di transiti nel 2023

I dati sulle tratte autostradali tra cui l'A28 (Portogruaro-Pordenone-Conegliano).

Più di 50 milioni di transiti (50.330.000) e un +5,8% rispetto al 2022. Sono questi i dati, seppur provvisori, resi noti da Autostrade Alto Adriatico, la nuova concessionaria nata dalla collaborazione tra le due Regioni Friuli Venegia Giulia e Veneto che ha sostituito Autovie Venete nella gestione delle autostrade del Nordest. 

Nel 2024 non ci sarà nessun aumento tariffario sulle tratte gestite da Autostrade Alto Adriatico. Allo stesso tempo nell’anno che si è appena concluso è stato registrato il massimo dei transiti sulle tratte della A4 (Venezia-Trieste), A23 (Udine Sud-Palmanova), A34 (Villesse-Gorizia) e A28 (Portogruaro-Pordenone-Conegliano). Un traffico da record rispetto all'anno passato. Di questi, 36 milioni 200 mila sono stati veicoli leggeri (+7,13%) e 14 milioni 130 mila sono stati mezzi pesanti (+2,53%). Complessivamente sono stati 2 miliardi 600 milioni i chilometri percorsi dai veicoli. 

In positivo quasi tutti i caselli autostradali con la barriera di Trieste Lisert che ha realizzato un +5,36% rispetto al 2022 a cui si deve sommare il 2,02% di Villesse (barriera sempre più utilizzata come bypass per la Slovenia nel periodo estivo). Traffico in aumento anche a Udine Sud (+ 7,19%) per chi è diretto al capoluogo friulano o verso le località della montagna; San Donà (3,48%) e Latisana (+1,55%) per le località balneari e la barriera di Cordignano (+9,77%) per effetto del collegamento con la Pedemontana Veneta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno da record per Autostrade Alto Adriatico: 50 milioni di transiti nel 2023

PordenoneToday è in caricamento