rotate-mobile
Il progetto / Rorai

Rorai corre ai ripari: ecco il nuovo bacino anti alluvioni

Il progetto, costato 1,5 milioni di euro, consente di concentere 2.800 metri cubi di acqua

Dopo l’ultimo episodio avvenuto nel giugno 2013 le istituzioni locali si sono mosse per impedire nuovi allagamenti nella zona tra via Castelfranco Veneto, via Chiesa di Rorai e la SS 13. L’evento aveva causato migliaia di euro di danni, ma allo stesso tempo aveva spinto la Protezione Civile regionale a realizzare un sistema di raccolta che impedisse la fuoriuscita dell’acqua. Il risultato è un nuovo bacino di laminazione a Rorai Grande, a pochi metri da viale Grigoletti. 

Il progetto si servirà di una tubatura di 2,5 km, che porterà l’intero flusso in un’area di 2.800 metri cubi. L’opera è costata 1,5 milioni di euro ed è stata finanziata nel 2017 dalla Protezione Civile regionale. Un progetto che rientra tra gli interventi più complessi compiuti in un centro abitato vista la presenza di linee elettriche, tubazioni di gas e attività commerciali. 

Questo nuovo sistema, realizzato tra il 2020 e il 2022 dalle imprese di Adriastrade di Monfalcone e di Coletto di San Biagio di Callalta, è stato collaudato nel 2021 dopo delle precipitazioni intense avvenute nel pordenonese. Nonostante non fossero completamente terminati i lavori, l’opera era riuscita a svolgere appieno le sue funzioni  garantendo un ottimo incanalamento delle acque. Il bacino di laminazione appena inaugurato in queste ore conterrà le acque meteoriche per il 90% della sua portata. Il restante 10% verrà rilasciato gradualmente nel rio Pedron, un canale che passa tra la ferrovia e fino a raggiungere i laghetti Presotto (o della Burida Superiore), e il lago della Burida.

Il motivo di questo intervento è legato al tratto che va dall’incrocio con via Montereale fino al confine col Comune di Porcia. Una zona che impedisce in parte il deflusso dell’acqua piovana. Dal momento che le aree a nord della Pontebbana sono scarsamente servite da dei sistemi di drenaggio, si è deciso di costruire un nuovo bacino nel quartiere di Rorai in modo da contenere il più possibile gli allagamenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rorai corre ai ripari: ecco il nuovo bacino anti alluvioni

PordenoneToday è in caricamento