rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024

Bagni unisex e alias nel registro, la svolta storica del liceo Grigoletti

Dal 12 aprile nella scuola c'è un bagno aperto a entrambi i sessi. Abbiamo sentito il rappresentante d'istituto

Il liceo Grigoletti dal 12 aprile ha deciso di rivoluzionare alcune regole all’interno dell’istituto. I ragazzi, al ritorno dalle vacanze pasquali, si sono trovati di fronte a due cambiamenti storici. In seguito a un confronto tra le varie anime della scuola si è arrivati a istituire la "carriera alias" che consente agli studenti di avere un nome sul registro legato alla propria identità sessuale e, a sorpresa, sono stati istituiti i servizi igienici unisex. 

I bagni unisex

La prima novità è legata ai servizi igienici presenti al primo piano che potranno essere utilizzati da tutti senza che ci sia una distinzione di genere. Al contrario, invece, i bagni che si trovano al piano terra e al secondo continueranno a essere suddivisi mantenendo la composizione originaria. Si tratta di una fase di sperimentazione a tutti gli effetti, e se porterà a dei risultati si potrà pensare di estenderla a tutto lo stabile, compresi i due piani che in questo momento si trovano esclusi da questa misura. 

La carriera alias

L’altra svolta del Grigoletti è la cosiddetta carriera alias. Gli studenti di ogni classe si potranno registrare non solo con i dati anagrafici, ma anche con un nome a scelta che sia strettamente legato alla propria identità sessuale. La  decisione va nella direzione di una maggiore inclusione così da evitare qualunque tipo di discriminazione nel corso della formazione accademica. Una richiesta che è partita da uno studente che ha espresso il bisogno di un profilo alternativo  che consente di modificare il nome nel registro elettronico durante l’anno, valida solo all'interno dell'istituto. 

Le reazioni 

Positive le prime reazioni degli studenti per delle misure centrate sull'inclusività e che non vanno a ledere i diritti di nessuno. Prime spaccature invece, come prevedibile, nel mondo adulto. Una nota è stata diffusa dal comitato genitori "Vogliamo educare ii figli". Questo gruppo «giudica irrituali e avventate le decisioni prese dal Consiglio d'istituto in materia di carriera Alias e di bagni promiscui, senza aver sentito il parere degli interessati: docenti, studenti e genitori. Non vengono infatti rispettati né la dignità femminile né il diritto alla riservatezza delle ragazze nei servizi igienici e negli spogliatoi». 

Video popolari

Bagni unisex e alias nel registro, la svolta storica del liceo Grigoletti

PordenoneToday è in caricamento