rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
animali / Centro Storico

Deiezioni canine in centro, una campagna per sensibilizzare i padroni maleducati

Lanciata dal Comune con la partecipazione del fumettista Emanuele Barison

Per migliorare il decoro urbano e stimolare il senso civico dei padroni di cani, il Comune di Pordenone ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sulla raccolta delle deiezioni. L'idea parte dell'assessore all'Ambiente, Monica Cairoli, anche lei padrona di un cane, che ha notato l'abbandono degli escrementi dei cani in centro. 
Il problema non è nuovo nel "salotto buono" della città e in particolare in contrada maggiore. Qui, infatti, nel'l'unica strada della città interamente porticata, non mancano le lamentele dei residenti e soprattutto dei commercianti. Il problema è la pipì dei cani: i padroni passeggiano sotto i portici e gli animali insozzano le colonne, creando un problema maggiore in quanto non sono esposte alla pioggia. 

Così il Comune parte in via "amichevole". Per l'iniziativa è stato coinvolto il fumettista Emanuele Barison, che ha disegnato vignetta in cui rappresenta una donna insieme al suo cane. 
La Campagna vuole ricordare ai proprietari di cani quattro semplici regole: portare con sé i sacchetti e una bottiglietta d’acqua per pulire le deiezioni, evitare di far fare al cane la pipì sulle colonne, ricordarsi di raccogliere sempre la pupù del proprio animale.

Attualmente il centro è dotato di 15 dispenser di sacchetti per le deiezioni, distributori che sono collocati anche in tutti i quartieri di Pordenone. Inoltre in città si contano 1.900 cestini, oltre a quelli dedicati alla raccolta dei bisogni dei cani. Cairoli invita a pensare ai disabili, e ai grossi disagi che comporta calpestare le deiezioni dei cani con le ruote di una carrozzina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deiezioni canine in centro, una campagna per sensibilizzare i padroni maleducati

PordenoneToday è in caricamento