rotate-mobile
Attualità Casarsa della Delizia

A Montecitorio l'esperienza dell'associazione Laluna

L'organizzazione di San Giovanni di Casarsa ha fatto tappa in Parlamento per raccontare i progetti di inclusione sociale

Laluna sbarca in Parlamento.  L’occasione è stata la conferenza stampa organizzata nella giornata di mercoledì 21 febbraio alla Camera dei deputati a Roma da UNASCA (Unione Nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica) e FISH (Federazione Italiana per il superamento dell’handicap) per promuovere l’inclusione sociale e la mobilità delle persone con disabilità nel settore automobilistico.

L’esperienza con la disabilità dell’associazione d'impresa sociale di San Giovanni di Casarsa è stata infatti al centro di un confronto a Montecitorio. Laluna, infatti, è stata invitata a raccontare la propria esperienza di fronte agli onorevoli Gimmi Cangiano, Antonio Iaria e Andrea Casu (componenti della IX commissione Trasporti). Il portavoce per "Sistema Abitare", la rete di appartamenti per l'autonomia abitativa più grande d'Italia, è stato Daniele Ferraresso, pedagogista clinico per l'associazione Laluna. "Una mobilità più sostenibile - ha detto Ferraresso - rappresenta una concreta opportunità di inclusione per le persone con disabilità nel loro percorso verso l’autonomia. Nel nostro lavoro quotidiano infatti cerchiamo di investire sulla prevenzione del bisogno, sull’opportunità e sulla qualità della vita delle persone con disabilità".

Il Ministro per la disabilità l'onorevole Alessandra Locatelli ha voluto inviare il suo messaggio di saluti in cui ha ringraziato “l'associazione UNASCA, FISH, il Centro Studi "Cesare Ferrari", gli organizzatori e tutti coloro che hanno reso possibile questo momento di riflessione, che permette di tenere alta l'attenzione su temi importanti quali il diritto alla mobilità e la formazione del personale delle autoscuole e degli studi di consulenza automobilistica per i clienti con disabilità”. La parola è andata a Francesco Osquino in qualità di vice-segretario nazionale studi di consulenza UNASCA, il quale ha ribadito che “Unasca è orgogliosa di essere all’avanguardia nell’implementazione di misure concrete che riguardino le pratiche amministrative e il conseguimento della patente per favorire l’accessibilità e l’autonomia delle persone con disabilità nel settore automobilistico. Il progetto UNASCAbile è un passo significativo verso una società più inclusiva e accessibile a tutti”.

Infine, è stato il turno del Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap (FISH), Vincenzo Falabella: “Un accordo necessario - ha detto - per porre al centro del dibattito nazionale il tema della mobilità per le persone con disabilità. Attraverso la mobilità la persona con disabilità è autonomia è indipendente. Con questo accordo andremo a garantire inclusione sociale e pari opportunità per chi oggi vive nel nostro paese con una condizione di disabilità.” Durante la conferenza, infatti, Unasca, Fish e Guidosimplex hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per favorire un panorama automobilistico sempre più inclusivo e rispettoso delle diversità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Montecitorio l'esperienza dell'associazione Laluna

PordenoneToday è in caricamento