rotate-mobile
Salute / Aviano

Tumore al seno, un chirurgo del Cro a New York per nuove cure ai pazienti

Stefano Fracon, chirurgo senologo della Chirurgia oncologica del seno, ha vinto uno dei dieci premi del concorso “Stage Residenziali in ricordo di Angelo Di Leo” e volerà negli Stati Uniti per un periodo di formazione al Memorial Sloan Kettering Cancer Center

Stefano Fracon, chirurgo senologo della Chirurgia oncologica del seno del Cro di Aviano, si è aggiudicato uno dei dieci premi dello Stage Residenziali in ricordo di Angelo Di Leo. Un concorso promosso da APS Senonetwork Italia, in collaborazione con l’Associazione Corri la Vita. Si tratta di un progetto dedicato al  primario oncologo del Nuovo Ospedale di Prato - S. Stefano che consente ai medici e chirurghi di frequentare centri prestigiosi nazionali o esteri in modo da offrire la migliore cura alle pazienti malate di tumore al seno. 

Grazie a una borsa di studio Fracon potrà svolgere un percorso di formazione al Memorial Sloan Kettering Cancer Center (MSK) di New York. Un centro che di recente è stato  riconosciuto come uno dei due “Top cancer hospitals” negli USA secondo quanto sostenuto dal U.S. News & World Report.

Il chirurgo dovrà frequentare per un mese il reparto di Breast Surgery e successivamente di Plastic Surgery. Un'occasione per Fracon di osservare da vicino le più moderne tecniche di diagnosi e cura delle pazienti affette da carcinoma della mammella, dal trattamento chirurgico – con particolare focus alle moderne tecniche di oncoplastica – alla gestione multidisciplinare e all’impiego di protocolli sperimentali e innovativi.

“Sono molto orgoglioso di aver vinto questo premio che mi consentirà di frequentare l’Unità di chirurgia senologica e di chirurgia plastica del Memorial Sloan Kettering Cancer Center, uno dei centri più prestigiosi a livello internazionale per la cura del cancro” ha dichiarato Fracon. “Quest’esperienza mi consentirà di contribuire in modo ancora più concreto al mantenimento degli standard di eccellenza che vengono offerti alle nostre pazienti con carcinoma della mammella. Ringrazio Senonetwork per l’opportunità, il CRO e il dott. Massarut per la fiducia riposta nei miei confronti”.

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumore al seno, un chirurgo del Cro a New York per nuove cure ai pazienti

PordenoneToday è in caricamento