rotate-mobile
Attualità

Cultura, accordo raggiunto tra PAFF! e Centro Studi Pasolini

L’obiettivo è fare sistema tra istituzioni, mettendo insieme le diverse competenze accumulate dagli enti che hanno saputo accrescere l'offerta culturale nel Pordenonese.

Siglato un accordo tra due centri di riferimento della cultura Pordenonese. È nata infatti una convenzione tra il PAFF! International Museum of Comic Art e il Centro Studi Pasolini di Casarsa. Un'intesa che punta a unire le forze allo scopo di creare un sistema integrato tra istituzioni, in un’opera di contaminazione che vede assieme il fumetto, il cinema e la letteratura. Tutto ciò andrà ad accrescere l’offerta culturale, artistica e di promozione turistica grazie a un lavoro congiunto tra i due enti che prenderà avvio già a partire dal 2024. 

«Questa importante convenzione tra Centro Studi Pasolini e PAFF! – ha affermato il presidente del Palazzo del Fumetto, Marco Dabbà – si concretizza nell’organizzazione sinergica di mostre, incontri e scambi culturali: contenuti di grande valore da presentare alternativamente nelle due sedi».

Il PAFF! di recente  ha completato la sua offerta con l’inaugurazione dell’esposizione permanente, mentre nel corso di questi ultimi mesi ha saputo accogliere ne suoi spazi i più granti artisti del fumetto: Manara, Moebius, Marvel e DC Comics, Milton Caniff, Cavazzano, Guarnido, Tony Wolf, Will Eisner, The Aardman Studios. Il vero scopo di questo nuovo contenitore culturale nato nel 2018 è stato quello di unire la divulgazione e la cultura del fumetto con la formazione, educazione, didattica, ricerca e intrattenimento, come si è visto nei vari workshop e nella diverse attività per ragazzi.

Stesso obiettivo per il Centro Studi Pasolini di Casarsa, impegnato in un’intensa programmazione declinata in diverse attività, che hanno come obiettivo primario lo studio, la divulgazione e la valorizzazione della figura e dell’opera di Pasolini, con particolare riferimento al periodo friulano, fondamentale per la sua formazione umana e artistica. 

Questa importante sinergia si è dimostrata concreta già nell’incontro avvenuto al PAFF! mercoledì mattina tra la presidente del Centro Studi Leonarduzzi e il direttivo del Palazzo del Fumetto con il presidente Dabbà e i consiglieri Emanuele Barison e Silvia Moras, durante il quale sono state gettate le fondamenta per un lungo e proficuo lavoro comune.

«Queste due realtà culturali – ha dichiarato la presidente dell’istituto casarsese, Flavia Leonarduzzi – uniranno le proprie esperienze consolidate e la rete di rapporti costruiti nel tempo, per presentare nuove ed inedite proposte arricchendo in tal modo il già vivace quadro artistico-culturale del nostro territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura, accordo raggiunto tra PAFF! e Centro Studi Pasolini

PordenoneToday è in caricamento