rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Attualità

Cultura e turismo: 26 milioni per quattro progetti a Pordenone

I Comuni capofila della Destra Tagliamento sono Pordenone, Cimolais, Sacile e Valvasone Arzene

Più di 25 milioni per arte, cultura e turismo. Sono i fondi che il Friuli Venezia Giulia ha assegnato a quattro progetti di investimento sovracomunali grazie ai fondi previsti dalla legge regionale 7 del 2023. I Comuni capofila sono in questo caso Pordenone, Cimolais, Sacile e Valvasone Arzene mentre sono trentatré gli enti locali coinvolti nell'iniziativa promossa dalla Regione. 

«Abbiamo destinato ben 135,7 milioni di euro (di cui 43,7 milioni con la Legge di Stabilità 2024) per i progetti di investimenti. Le nostre comunità - ha affermato l’assessore alle finanze del Friuli Venezia Giulia Barbara Zilli - hanno compreso l'importanza del lavoro di squadra per raggiungere obiettivi efficaci per la crescita, per l'attrattività e per il benessere dei territori». 

I progetti nel dettaglio

I fondi stanziati hanno come obiettivo la promozione delle peculiarità della Regione soffermandosi su temi centrali come l'ambiente, l'innovazione sociale, arte, cultura e turismo. La Giunta Fedriga ha deciso di investire 26 milioni di euro sulla Destra Tagliamento come dimostrano le iniziative presentate oggi, 25 gennaio, a Pordenone.

Parte dei fondi (7 milioni 971 mila euro) andrà al progetto "Pordenone e l'area pordenonese: un territorio coeso che condivide strategie e azioni sinergiche verso la capitale italiana della cultura, del turismo, dell'ambiente e dell'innovazione" nato dalla sinergia dei principali enti locali del Friuli occidentale: Pordenone, Porcia, Fontanafredda, Roveredo in Piano, San Quirino, Vivaro, Arba, Andreis, Clauzetto, Spilimbergo, Zoppola, Casarsa della Delizia, San Vito al Tagliamento, Cordovado, Azzano Decimo. 

La presentazione dei progetti

Non solo. 6 milioni 657 mila euro saranno destinati alla montagna pordenonese grazie a progetti di ampio respiro come la "Mobilità lenta delle Dolomiti Friulane" (Comuni di Cimolais, Barcis, Claut, Erto E Casso, Frisanco, Tramonti Di Sopra, Tramonti Di Sotto).

La storia e le tradizioni saranno infine al centro di due progetti: "Luoghi e itinerari dell'Alto Livenza" (7 milioni 354 mila euro) grazie alla collaborazione dei Comuni di Sacile, Budoia, Polcenigo, Caneva, Fontanafredda, Brugnera, Prata di Pordenone; e "Tra castelli e dinosauri" (4 milioni 250 mila euro per il progetto) presentato dai borghi di Valvasone Arzene, Claut, Pinzano al Tagliamento, Travesio. 

L’assessore ha ricordato come le risorse messe a disposizione dall’Amministrazione regionale abbiano già consentito di portare a 20 il numero di progetti ammessi a contributo rispetto ai 14 inizialmente finanziati, con uno stanziamento aggiuntivo di 43,7 milioni di euro nell'ultima manovra finanziaria. «Siamo fiduciosi – ha proseguito la Zilli – di poter continuare a dare linfa a questa linea contributiva strategica per lo sviluppo del territorio. Il patrimonio progettuale candidato, ampio, strutturato e di qualità, ci permette infatti di costruire politiche di investimento strutturali. Gli Edr, inoltre, sono a fianco degli enti locali come supporto della Regione nell'attivazione delle opere».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura e turismo: 26 milioni per quattro progetti a Pordenone

PordenoneToday è in caricamento