rotate-mobile
Cultura

Dedica, premiati gli studenti del concorso "Parole e immagini per Arturo Pérez-Reverte"

Lo scrittore ai ragazzi: «Il mondo è pericoloso e ostile. Per identificare i malvagi e gli stupidi c’è un solo modo per capirlo: la cultura»

Si è tenuto oggi, 18 marzo, a Pordenone uno dei momenti più sentiti del festival Dedica. Nel pomeriggio si è svolto nel convento di San Francesco l’incontro esclusivo tra Arturo Pérez Reverte (protagonista della 30ma edizione della rassegna dell'associazione Thesis) e un centinaio di studenti delle scuole superiori di Pordenone e provincia. Gli alunni presenti sono intervenuti in rappresentanza dei 696 ragazzi di sette istituti (i licei Leopardi-Majorana e Grigoletti di Pordenone, Le Filandiere e Sarpi di San Vito al Tagliamento, il Puiati di Sacile e l’Istituto Torricelli di Maniago) che hanno preso parte al concorso “Parole e immagini per Arturo Pérez-Reverte”. Un'occasione per approfondire la poetica dell’autore con recensioni, opere visive e multimediali, per un totale di 125 elaborati ispirati ai suoi libri. 
  
«Siete giovani – ha dichiarato Pérez Reverte rivolgendosi ai ragazzi in sala - e forse non vi siete ancora resi conto che non è simpatico il territorio in cui vivete. É ostile, pericoloso popolato da malvagi e da un’immensa quantità di stupidi. Ma in questo territorio dovete vivere per il resto della vostra vita e quindi dovete sapere identificare chi sono i malvagi e chi gli stupidi, per sopravvivere. E  c’è un solo modo per capirlo: la cultura, quindi i libri, il cinema, la conoscenza, una buona televisione, ascoltare gli anziani come me, seppure noiosi,  con rughe, cicatrici e senza capelli. Le risposte le troverete nella saggezza accumulata nei millenni...Oggi avete gli smartphone e lì ci sono 3 mila anni di cultura e sapienza:  imparate a utilizzarli come arma di difesa».

L’incontro è stato condotto da Daniela Gasparotto, che con la collaborazione di Annamaria Coviello e il coordinamento di Annamaria Manfredelli che si occupa dei progetti di Dedica per la scuola. Prima della consegna dei premi e della conversazione fra Pérez-Reverte e i ragazzi ci sono stati gli interventi di Paola De Giorgi, consigliera del Comune di Pordenone, Massimo Drigo ( Bcc Pordenone Monsile)  e Alessandro Meneguzzi  per Coop Alleanza 3.0.

I premi

Per quanto riguarda il biennio, nella sezione scrittura sono stati premiati per il liceo Leopardi Majorana di Pordenone Angelica Foscari Widmann Rezzonico, classe 2.Dc,  ex aequo con Chiara Poletto, classe 1. ASci ” del liceo scientifico Grigoletti di Pordenone.
Nella sezione linguaggio multimediale, per il Grigoletti  Francesco Zuccarelli classe 1. Asca,  che ha realizzato un booktrailer insieme al fratello Alessandro (3. Bia dell’Istituto Kennedy di Pordenone).

Per il triennio, nella sezione scrittura, per il liceo  Le Filandiere di San Vito al Tagliamento Martina Luna  Albarado, classe 3. I, sempre per Le Filandiere Martina Trevisan, classe 4. BSci ed Emma Piaia, classe 5. BLin ; per il linguaggio visivo Giada Falcomer e Klarissa Sefa, classe 3.A, ex aequo con Davide Giroldo, classe 3.E  del Galvani di Cordenons. Ha ricevuto infine una segnalazione Alissia Matei, classe 3. E del Galvani . 
 

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dedica, premiati gli studenti del concorso "Parole e immagini per Arturo Pérez-Reverte"

PordenoneToday è in caricamento