rotate-mobile
sacile

Donazione di sangue a scuola: l'altruismo di 15 studenti e del sindaco

Ai licei Pujatti è arrivata per la prima volta l'autoemoteca regionale

Il 14 dicembre ai Licei "Pujati" di Sacile è arrivata per la prima volta l'autoemoteca regionale. Le donazioni raccolte sono state quindici, effettuate da altrettanti studenti; altri doneranno nei centri trasfusionali.

Alla donazione collettiva ha aderito anche il sindaco di Sacile, Carlo Spagnol alla sua prima donazione di sangue, una scelta di sensibilità e generosità nei confronti di chi è meno fortunato. «Donare sangue è un gesto semplice destinato a persone che ne hanno bisogno e che non costa nulla», ha commentato il primo cittadino, che si è così iscritto alla sezione Afds (Associazione friulana donatori di sangue) della sua città, guidata dal presidente Quirino Messina.

Ad accogliere Spagnol sono stati il collaboratore del dirigente del Pujati, Enrico Ioppo, e il presidente provinciale dell'Afds, Mauro Verardo. Un importante supporto all'iniziativa è stato dato dal gruppo comunale di Sacile della Protezione Civile, che ha fornito il gruppo elettrogeno necessario a dare energia elettrica all'autoemoteca che ha stazionato all'ingresso dell'istituto.

La donazione tramite autoemoteca si è svolta nell’ambito del progetto “Questa sì che è vita”, campagna di sensibilizzazione al dono del sangue nelle scuole superiori della provincia di Pordenone promossa dalle Associazioni del dono Admo, Afds e Avis.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donazione di sangue a scuola: l'altruismo di 15 studenti e del sindaco

PordenoneToday è in caricamento