rotate-mobile
il caso / Centro Storico

Lavori extra per il restauro del campanile di San Marco, servono 20 mila euro

Partita la raccolta fondi online della parrocchia

Ci sono ancora dei lavori da fare per portare a termine il restauro del campanile di San Marco. Sono già stati investiti oltre 400 mila euro per rimettere in sesto la torre campanaria del XIV secolo,  ma manca ancora qualcosa. Per questo la parrocchia ha lanciato un crowdfunding online, sulla piattaforma Ideaginger.
«Si è ritenuto di dover assolutamente intervenire subito, con l'impalcatura già pronta. Questo intervento - ha scritto la parrocchia - ha richiesto una spesa inizialmente non preventivata. Sono ancora necessari alcuni interventi: l'impianto di monitoraggio antistatico permanente e la revisione dell'impianto elettrico. Proprio per questa ragione è nato il nostro progetto di crowdfunding, che vuole chiedere il sostegno della comunità per raccogliere i fondi necessari a coprire la spesa totale. , sono emersi dei nuovi problemi alla cuspide e c'è la necessità installare un sismografo e di aggiornare l'impianto elettrico». 
Per questo la parrocchia guidata da don Orioldo Marson si è rivolta ai fedeli con una raccolta di offerte. Servono 20 mila euro, che si aggiungono all'ultimo contributo straordinario regionale di 40 mila. 

Le ricompense

Come in ogni crowdfunding sono previste delle ricompense per i donatori: si va da un segnalibro per chi dona 20 euro, fino al nome sulla targa dei benefattori per chi ne regalerà almeno mille. 

  • 20 euro: segnalibro 
  • 50 euro: segnalibro e visita guidata al campanile
  • 100 euro: nome sul libro dei donatori
  • 200 euro: nome sul libro dei donatori e visita guidata
  • 1.000 euro: nome sulla lastra dei benefattori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori extra per il restauro del campanile di San Marco, servono 20 mila euro

PordenoneToday è in caricamento