rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
mobilità sostenibile / Maniago

In bici fino al lavoro, arriva l’intesa tra Regione e imprese

L’accordo prevede un primo finanziamento di 2 milioni di euro da destinare ai comuni e alle aziende del Consorzio Nip

Ridurre le spese e sviluppare un nuovo sistema di mobilità. Sono questi gli obiettivi del nuovo accordo raggiunto dalla Regione con le principali istituzioni del territorio. Un’intesa che vede al centro non solo le amministrazioni comunali di Maniago, Meduno e Cavasso Nuovo, ma anche le imprese che operano nella zona, dal Consorzio Nip all’azienda Roncadin. Un primo passo in avanti si era già intravisto nelle scorse settimane con le dichiarazioni del presidente del Friuli Venezia Giulia. «Lo spirito dell'azione regionale - afferma Massimiliano Fedriga - è quello di fornire strumenti che siano integrati in modo che i Comuni possano lavorare in maniera combinata anziché a sé stante facendo sì che i vantaggi delle iniziative sulla mobilità ciclistica possano essere amplificati». 

Una sinergia più che mai essenziale che con «l'impegno finanziario della Regione» consente di avere progetti di forte impatto per la comunità. Sotto questo aspetto verrà messo a disposizione un primo stanziamento di 2 milioni per il “Nip" - nucleo di industrializzazione della provincia di Pordenone - entro l’anno. Risorse che puntiamo a incrementare - ha assicurato Fedriga - perché si tratta di una linea di sviluppo strategico».

Da qui si è arrivati finalmente a un accordo complessivo che, secondo quanto riportato dal Messaggero Veneto, avrà una durata di cinque anni. Nel frattempo si sta lavorando a un piano che punti a promuovere una mobilità sostenibile sul luogo di lavoro. Un’analisi dettagliata che toccherà le aree interessate e che servirà per creare un modello efficace per chi sceglierà di spostarsi in bici verso le zone industriali di Maniago e Meduno, anche attraverso l’utilizzo integrato del trasporto pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In bici fino al lavoro, arriva l’intesa tra Regione e imprese

PordenoneToday è in caricamento