rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
I progetti

Una mensa green e una scuola a energia zero, sei milioni stanziati dal Comune

Con le delibere approvate gli edifici saranno completamente autosufficienti dal punto di vista energetico

La sostenibilità passa anche per la scuola. Lo dimostrano i due progetti finanziati dal Comune di Pordenone che toccheranno due quartieri della città: Rorai e Torre. L’amministrazione ha scelto di partire dai ragazzi per sviluppare un piano  di riqualificazione del territorio a cominciare dal patrimonio scolastico. Il primo riguarda la nuova mensa presso la scuola primaria Grigoletti a Rorai. Un investimento di 480 mila euro grazie ai fondi del Pnrr e del Comune di circa 80 mila euro. Il programma prevede la demolizione del vecchio fabbricato dove  sarà realizzata la nuova mensa. Il fabbricato sarà autosufficiente dal punto di vista energetico nel rispetto dei valori ambientali, e i lavori inizieranno verso il mese di luglio 2023. Insieme alla costruzione verrà inoltre ricostruito il fabbricato della scuola primaria Grigoletti mantenendo comunque la facciata storica dell’edificio. Gli interventi in questo caso partiranno il prossimo anno e grazie ai 4 milioni e 50 mila euro messi a disposizione dal Comune, l’intero plesso verrà completamente rinnovato.

mensa-3

E non sarà l’unico. Anche a Torre verrà costruito un nuovo edificio scolastico accanto al bocciodromo in via Musile che costerà di 1 milione e 491 mila euro sempre grazie ai finanziamenti dall’Europa. Si tratta di un asilo di un solo piano che potrà ospitare 60 bambini da 0 a 3 anni, e che verrà realizzato su un lotto di 1.500 metri quadri. L’edifico, che avrà una superficie di 630 metri quadri, avrà dei nuovi impianti che consentiranno alla scuola di ottenere energia a impatto zero. I cantieri inizieranno entro il 30 novembre 2023 con un appalto integrato per velocizzare i tempi in modo da concludere i lavori entro dicembre 2025.

«Dopo l’avvio dei lavori di costruzione della Lozer, - afferma il sindaco Alessandro Ciriani - ora si tratta di completare in plesso di Torre anche con la nuova Beato Odorico, che presenta seri problemi di funzionalità e  sicurezza essendo un edificio molto vecchio. Abbiamo intercettato un finanziamento e vinto un bando che mettiamo a frutto. Nel frattempo i ragazzi frequenteranno temporaneamente le lezioni nel prefabbricato in via Peruzza, costruito proprio per attutire questo disagio. Ciò significherà avere una scuola completamente nuova, che non era possibile riqualificare perché sarebbe costata molto di più e perché presentava i problemi delle scuole di un tempo. In questo modo bambini e insegnanti potranno godere di spazi moderni, energeticamente efficienti e dotati delle tecnologie oggi necessarie. Il progetto della nuova scuola Grigoletti e della sua mensa – continua il sindaco - i cui lavori inizieranno al termine di quelli alla Beato Odorico, andrà ad integrarsi col secondo lotto dei lavori di Rorai, che presenteremo a breve ai residenti per continuare con quanto già fatto nei mesi scorsi in quel quartiere. Unire la riqualificazione di scuola, viabilità e abitato per creare più spazi di sosta, meno confusione d’auto al mattino e al termine delle lezioni, sistemare marciapiedi e aree pedonabili per garantire funzionalità ed estetica fanno parte di un disegno di pubblica utilità a servizio della comunità. Desidero ringraziare il RUP arch. Tiziano Del Mestre e tutti i collaboratori del Comune per il lavoro puntuale e preciso svolto». 

ciriani

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mensa green e una scuola a energia zero, sei milioni stanziati dal Comune

PordenoneToday è in caricamento