rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Salute

Prevenzione delle malattie cardiovascolari, gli ospedali di Pordenone e San Vito a fianco delle donne

In programma l'(H)Open Week per la Giornata mondiale del Cuore del 29 settembre

Gli ospedali di Pordenone e S. Vito al Tagliamento scendono in campo in occasione della Giornata mondiale del Cuore in programma il 29 settembre. Le due strutture si sono sempre dimostrate a fianco delle donne come dimostrano i Bollini Rosa assegnati dalla Fondazione Onda, e anche per questa iniziativa accettano la sfida dell’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere grazie a questo (H)Open Week dedicato alle malattie cardiovascolari che avverrà nelle giornate tra il 26 settembre e il 2 ottobre. Lo scopo è di sostenere il paziente e di promuovere allo stesso tempo la diagnosi precoce di queste patologie. Proprio per questo nei reparti di Cardiologia diretti dalla Dott.ssa Daniela Pavan ognuno potrà ricevere informazioni dettagliati sia sulla prevenzione che la cura di queste malattie femminili tra cui l’Infarto miocardico, le patologie valvolari e lo scompenso cardiaco.

I dati 

La situazione da questo punto di vista è molto chiara da parte dell’Asfo. Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte nel nostro Paese. Il 35,8% di tutti i decessi sono dovuti proprio a queste patologie e nel caso delle donne si attesta per il 38,8% mentre per gli uomini il numero è leggermente inferiore (32,5%). Come sostiene l’ente i primi problemi si presentano nelle donne con un ritardo di almeno dieci anni rispetto agli uomini, dato che fino alla menopausa sono protette dallo “scudo” ormonale degli estrogeni. Eppure, con il passare del tempo, vengono colpite addirittura più degli uomini, anche se si manifestano con un quadro clinico meno evidente. 

Per questo è importante anticipare la cura con una prevenzione adeguata che vale per entrambi i sessi. Il che vuol dire uno stile di vista sano e una conoscenza completa dei fattori di rischio: familiarità, età avanzata, fumo, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia, diabete, sedentarietà, sovrappeso, obesità, stress. 

I passi in avanti sotto questo aspetto ci sono stati considerando tutta la zona pordenonese. Gli ospedali si sono attivati, e sul modello di una Cardiologia di genere nata a S. Vito al Tagliamento già nel 2009 l’Asfo ha deciso di istituire un gruppo di lavoro chiamato “Go Red for women..in Pordenone”, di cui è membro proprio la Dott.ssa Pavan. Un team composto da vari esperti legati alla medicina di genere che cerca di comprendere al meglio il fenomeno, a cominciare dal rapporto tra fattori psicosociali sulla salute e sullo sviluppo di una patologia nell’universo maschile e femminile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione delle malattie cardiovascolari, gli ospedali di Pordenone e San Vito a fianco delle donne

PordenoneToday è in caricamento