rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Attualità / Aviano

Spaccio di droga e merci contraffatte: i rischi spiegati agli studenti

All'appuntamento hanno partecipato duecento studenti

Spaccio di droga e merci contraffatte. Sono questi i temi affrontati allo Ial Fvg di Pordenone dove si è tenuta una sessione di educazione alla legalità economico - finanziaria rivolta a 200 studenti dell’Istituto. Il Colonnello Davide Cardia, comandante provinciale della guardia di finanza, ha illustrato ai ragazzi le insidie e i rischi dell’acquisto e del coinvolgimento nella vendita di stupefacenti e di prodotti contraffatti con il supporto del Luogotenente Fabio Marullo, comandante del Nucleo Mobile del Gruppo di Pordenone.

I duecento studenti hanno interagito con i militari e formulato domande precise sugli argomenti trattati. Le fiamme gialle nel corso dell'incontro si sono infatti focalizzate sulle sanzioni penali e amministrative che vanno a colpire un determinato illecito. Tutti aspetti che servono per avere maggior consapevolezza sui rischi legati a certi comportamenti illeciti. L'obiettivo è essere capaci di sottrarsi alle richieste di spacciatori e contraffattori che, con la scusa di guadagni facili e sicuri, cercano di arruolare i più giovani per loro attività criminali. Un obiettivo che si può raggiungere solo con la formazione e l'educazione alla legalità sin dai banchi di scuola

Finanzieri in pensione

Nel corso della settimana si è tenuta inoltre una cerimonia dove il comandante provinciale, Col. Davide Cardia, ha salutato e ringraziato per la preziosa collaborazione diversi militari che andranno in pensione dopo 40 anni di servizio. Il Luogotenente C.S. Paolo Corazza è stato il comandante della tenenza di San Vito al Tagliamento e, nell’ultimo incarico, della Sezione Polizia Economica e altre Attività del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Pordenone. Il maresciallo Mario Biasi è stato capo sezione e sottordine della sezione logistico amministrativa del comando provinciale. L’appuntato scelto Marco Pomarè Brocchia ha infine servito il corpo in Alto Adige, in Veneto e nella sezione operazioni e programmazione del comando provinciale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga e merci contraffatte: i rischi spiegati agli studenti

PordenoneToday è in caricamento