rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Attualità / Sacile

La stazione di Sacile blocca l’accesso alla sala d’attesa e ai bagni

La decisione arriva dopo vari atti vandalici compiuti nelle scorse settimane

Non c’è davvero pace per la stazione di Sacile. Dopo il caso del pacco sospetto sulla banchina e del gesto violento di un uomo nei confronti di un passeggero, la fermata tra Conegliano e Pordenone è costretta a bloccare di nuovo gli accessi ai bagni e alla sala d’attesa. Una decisione che, come riporta il Messaggero Veneto, è stata presta da Ferrovia dello Stato dopo alcune segnalazioni giunte ai responsabili di Rfi. 

I problemi purtroppo non si sono fatti attendere a seguito dell’apertura delle due aree usate dai viaggiatori e pendolari. Gli atti vandalici e di disturbo sono stati frequenti, e le proteste sono subito arrivate al mittente. Gli interventi che servivano ad aggiustare, per esempio, le aree dei servizi non erano sufficienti dal momento che ripetutamente le persone continuavano a danneggiare i bagni impedendone l’utilizzo. 

La chiusura era l’unica scelta a disposizione di Rfi, che conta comunque di riaprire le aree della stazione una volta scelta l’opzione più adeguata per mantenere la sicurezza dell’edificio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La stazione di Sacile blocca l’accesso alla sala d’attesa e ai bagni

PordenoneToday è in caricamento