rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Attualità

Teatro Verdi, il direttore della Gustav Mahler Herbert Blomstedt costretto a ritirarsi per un infortunio

A sostituirlo alla guida della Gustav Mahler Jugendorchester sarà Jukka-Pekka Saraste, direttore della Filarmonica di Helsinki

Il Maestro Herbert Blomstedt ha comunicato in queste ore il ritiro dalla conduzione del tour estivo 2022 della Gustav Mahler Jugendorchester. Una scelta dettata dalle condizioni di salute legate a una caduta avvenuta a giugno. Il direttore d'orchestra svedese nonché stretto collaboratore di questa compagnia, ha cercato in tutti in modi di proseguire la fase di recupero in tempo per il tour della più celebre orchestra giovanile al mondo. Su consiglio dei medici ha dunque  escluso la sua partecipazione alla tournée fino alla prima metà di settembre.  

A sostituirlo Jukka-Pekka Saraste

La Gustav Mahler Jugendorchester aveva già concluso la quinta residenza estiva al Teatro Verdi di Pordenone, ospitando per una settimana 110 giovani musicisti di ben 18 Paesi europei. Queste sessioni di prove sono servite a creare l’armonia necessaria per affrontare il Summer tour 2022 che è già partito con i primi concerti in regione a Gorizia e a Gemona per poi proseguire a inizio settembre. La Gustav Mahler Jugendorchester ha già annunciato il direttore d’ochiestra che sostituirà  Blomstedt per questa prima parte della tournée estiva internazionale. Si tratta di Jukka-Pekka Saraste, direttore principale designato della filarmonica di Helsinki, e già direttore principale della WDR-Sinfonieorchesters e della filarmonica di Oslo. 

Jukka-Pekka-Saraste-Portrait_2-2

«Il ritiro obbligato di Herbert Blomstedt» - spiega il Direttore Artistico ed Esecutivo della Gustav Mahler Jugendorchester Alexander Meraviglia-Crivelli - «è un profondo dispiacere per lui, i musicisti e la direzione della Gustav Mahler Jugendorchester. Gli auguriamo con viva sincerità una pronta guarigione. La possibilità di affidare in così breve tempo questo importante tour di concerti a Jukka-Pekka Saraste è stata una circostanza particolarmente fortunata. La GMJO aveva già sperato di realizzare progetti sotto la sua direzione: siamo lieti e grati a Jukka-Pekka Saraste per aver reso possibile l’avvio di questa collaborazione anche prima del previsto».

Una partnership che inizierà il 1° settembre a Trieste (Fondazione Teatro Verdi) e e il 2 settembre al Teatro Verdi di Pordenone con le musiche di Schubert, Sibelius (Sinfonia n. 2) e Bruckner (Sinfonia n. 7).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Verdi, il direttore della Gustav Mahler Herbert Blomstedt costretto a ritirarsi per un infortunio

PordenoneToday è in caricamento