rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Viabilità / Pordenone Nord / Viale Rotto

Una nuova rotatoria e una pista ciclabile: come cambia la viabilità con il nuovo ospedale

Il Comune ha presentato il progetto definitivo esecutivo che costerà 3,5 milioni di euro.

Con il nuovo ospedale di Pordenone il Comune ha dovuto ridisegnare la viabilità intorno alla zona via Montereale. Il progetto definitivo esecutivo è pronto. Un’opera infrastrutturale dal costo complessivo di 3,5 milioni di euro (di cui 2,6 milioni saranno coperti da contributo regionale) che, come viene riportato nella relazione, ha cercato di migliorare "la  situazione viaria esistente tale da permettere anche una miglior fruizione della nuova struttura sanitaria".

Migliorare in verità non significa risolvere completamente le anomalie della viabilità come ha sottolineato l'assessore all'urbanistica Lidia Diomede. Le criticità intorno all’ospedale sono evidenti a tutti i residenti della zona. E i problemi, con l'apertura del nuovo Santa Maria degli Angeli, saranno destinati ad aumentare soprattutto nell'area di vial Rotto con il nuovo accesso del pronto soccorso. La progettazione del presidio ospedaliero non aveva tenuto conto del flusso del traffico giornaliero dei veicoli intorno a via Montereale dove si parla di un volume di 477 auto nel periodo di punta della giornata. Per questo è stato necessario procedere con uno studio approfondito che porterà a degli interventi infrastrutturali nella zona tra vial Rotto, via Ungaresca e la statale Pontebbana. 

La nuova rotatoria in via Ungaresca

Entro il 2024 si procederà con la fase di esproprio e l’affidamento dei cantieri in modo da consentire l'inizio dei lavori con i primi mesi del 2025 e completarli entro l’anno. Il Comune realizzerà una nuova rotatoria tra vial Rotto e via Ungaresca, in corrispondenza dell’attuale mini rotatoria realizzata vicino al parcheggio e all’area del Magazzino Comunale.

La nuova rotatoria a due corsie con intersezione a quattro bracci consentirà di unire via Ungaresca, vial Rotto e la nuova bretella di collegamento con la statale Pontebbana. Avrà 40 metri di diametro e un anello circolatorio di 7 metri a cui andranno aggiunti degli  attraversamenti pedonali e un percorso ciclopedonale che si collegherà con la viabilità esistente fino a via San Quirino. 

Via Montereale

La riqualificazione di via Montereale riguarderà invece il tratto tra la statale e via del Traverso dove saranno installate due pensiline per le fermate dei bus vicino al parcheggio. Saranno vietate tutte le svolte a sinistra  per chi procede in direzione nord con l'eccezione di via dell’Aviere di fronte all’attuale ingresso dell’ospedale. Il semaforo non sarà eliminato e sarà istituito l’obbligo di svolta a destra per chi procede verso via Montereale. 

Vial Rotto

Più problematica la questione di vial Rotto. Per quel tratto il Comune realizzerà una pista ciclabile larga 2,5 metri posta a lato delle abitazioni e separata dalla carreggiata stradale. Sulla parte opposta ci sarà un passaggio pedonale e saranno mantenuti 35 stalli per il parcheggio. In corrispondenza delle intersezioni tra vial Rotto e le vie di ingresso e uscita del Pronto Soccorso, sarà installato un semaforo con attraversamento pedonale. Viste le criticità presenti lungo la strada la curva di vial Rotto verso via San Quirino sarà messa in sicurezza demolendo il muro che delimita l’area dell'ospedale. 

La pista ciclabile

Il Comune ha comunque posto l'accento sulla nuova pista ciclabile di vial Rotto. Nonostante le richieste formulate da alcuni residenti, la soluzione di inserirla sul lato dell'ospedale non era percorribile per ragioni di sicurezza vista la presenza del pronto soccorso e del parcheggio he costituiscono un’importante fonte di rischio e pericolo per i ciclisti. 

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova rotatoria e una pista ciclabile: come cambia la viabilità con il nuovo ospedale

PordenoneToday è in caricamento