rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Attualità

Violenza di genere, a Pordenone 250 uomini hanno seguito un percorso di recupero

Dal 2016 c'è lo Sportello per Uomini Autori di Violenza che rientra nel progetto europeo “Changes. Pathways to prevent and combat gender-based violence”

Che il tema sia di stretta attualità lo dimostrano i numeri. Dal 2016 a Pordenone 250 uomini hanno seguito un percorso di recupero dopo che si sono resi protagonisti di condotte violente nei confronti delle donne. Ed è proprio da quel numero che è necessaria una riflessione concreta con scelte politiche e sociali che vanno nella direzione della parità di genere. Associazioni come L’Istrice e In Prima Persona - Uomini contro la violenza sulle donne hanno deciso di istituire lo “Sportello per Uomini Autori di Violenza”. Iniziativa che rientra nel progetto europeo “Change. Pathways to prevent and combat gender-based violence”, che prevede dei percorsi di prevenzione e contrasto alla violenza di genere, co-finanziato dalla Commissione Europea, guidato dalla Cooperativa sociale Itaca e da altri partner come il Comune di Pordenone. Tutti uniti nella sensibilizzazione, educazione e formazione così da prevenire e contrastare la violenza contro le donne. 

Come funziona

Lo sportello dispone di un nuovo spazio nel cuore della città, per lo svolgimento delle attività, percorsi di confronto e riflessione guidati da professionisti sui temi della violenza contro le donne e i minori. Le persone sono seguite in percorsi di gruppo articolati in sedute settimanali per 6 mesi continuativi, con follow up al termine dopo 3, 9 e 12 mesi, per monitorare il percorso di riabilitazione alla relazione sana. Allo stesso tempo la donna vittima di comportamenti violenti è seguita e assistita dall’associazione Voce Donna.

Come stabilito dalla Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Istanbul, 2011), il centro si rivolge a uomini che si sono resi responsabili di una condotta violenta nei confronti della partner. Gli uomini possono accedere spontaneamente al percorso, ma possono essere indirizzati da enti terzi come servizi sociosanitari e forze dell’ordine se sottoposti al procedimento di “ammonimento” del questore. 

L’obiettivo è creare un modello di cooperazione multiagency in modo da accogliere gli uomini in un percorso di cambiamento grazie a programmi che possono portare a un cambio di passo. Lo sportello da questo punto di vista vuole essere uno spazio di aiuto, incontro e riflessione fornendo tutti i mezzi necessari per poter definitivamente cambiare il proprio comportamento.  

Info utili

Il centro è gestito da due operatrici psicologhe della Cooperativa sociale Itaca da tempo esperte nella prevenzione e il contrasto alla violenza di genere. Lo sportello è inoltre a disposizione per consulenze a professionisti del pubblico e del privato sociale, o per chi voglia chiedere informazioni.

Per tutti lo Sportello Change di Pordenone si trova in via Borgo Sant’Antonio 12 e riceve su appuntamento. Per fissare un incontro, chiamare il numero 371 3018120, oppure inviare una e-mail all’indirizzo info@listrice.it
 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza di genere, a Pordenone 250 uomini hanno seguito un percorso di recupero

PordenoneToday è in caricamento