rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
SALUTE

Addio sigarette, come smettere di fumare: trucchi e consigli per riuscirci

Fondamentali le giuste motivazioni

Le prime 24 ore dall’ultima sigaretta sono le più difficili da superare. Nei primi 4 giorni i sintomi dell’astinenza sono più intensi. Come si può riuscire a smettere di fumare?  E' importante scegliere il momento giusto. In questo modo le probabilità di riuscita aumenteranno in maniera considerevole. Non è consigliabile provare a smettere quando capita. Meglio scegliere una condizione di ridotto stress emotivo, dopo aver tenuto conto degli impegni lavorativi e sociali.

Cercate, inoltre, di capire quali sono i motivi per cui volete smettere di fumare e stilate un elenco scritto; metterlo in bella vista e rileggerlo nei momenti più difficili vi aiuterà a non perdere la motivazione.

  • individuate le cause principali che vi inducono a fumare;
  • la voglia di accendere una sigaretta non è costante, e può essere provocata da: persone,  luoghi, situazioni. 

È quindi importante cercare di prevedere le situazioni che vi inducono a fumare e pensare a come superarle. All’inizio è meglio evitarle completamente, ma dopo un po' di tempo senza sigarette, sarete in grado di trovare altri modi per gestire le situazioni a rischio ricaduta.

La nicotina è responsabile della dipendenza da sigarette ma è anche una sostanza idrosolubile. Il nostro organismo può essere depurato più rapidamente da questa sostanza bevendo almeno due litri d'acqua al giorno.

Vanno inoltre, evitati i sapori forti: i gusti molto accentuati, come:

  •  gli alcolici;
  • il caffè;
  •  i cibi speziati;
  • i cibi piccanti.

Ogni fumatore ha dei momenti strettamente collegati al fumo nel corso della giornata. Basta pensare ad esempio alla 'classica sigaretta' dopo il caffè. Devono essere eliminati questi momenti, cercando di interrompere quei meccanismi che inconsciamente portano le mani al pacchetto e all’accendino.  La voglia di fumare di solito dura per 5-10 minuti. Fate una passeggiata, chiacchierate con qualcuno, masticate una gomma o una caramella senza zucchero.

Ricordatevi che smettere di fumare parte da una scelta. Eliminate quindi dalla vostra casa tutti gli oggetti che possono ricordarvi il fumo. Togliete i posacenere e gettate via o regalate gli eventuali pacchetti rimasti. Poi, condividete il vostro nuovo stile di vita con le persone che vi circondano. Premiatevi quando raggiungete un obiettivo. Festeggiate il primo giorno senza fumo, la prima settimana e il primo mese. Pianificate in anticipo i traguardi da raggiungere e i premi conquistati. 

Smettere di fumare: chi può aiutarvi

In questa sfida che per i fumatori più incalliti può rivelarsi particolarmente ardua si può ottenere aiuto rivolgendosi a:

  • il medico di famiglia 
  • app per smettere di fumare: aiutano a prepararsi, a rimanere saldi nella propria decisione e tengono traccia dei progressi raggiunti;
  • farmaci: la terapia con i sostitutivi della nicotina, come il Bupropione, la Vareniclina e la Citisina, aiuta i fumatori a smettere e ad alleviare i sintomi di astinenza. Se usate un farmaco per smettere di fumare o un prodotto sostitutivo delle sigarette, come i cerotti, i chewing-gum o le pastiglie, cercate di tenerli sempre a portata di mano;
  • sostegno psicologico di operatori specializzati:  in uno studio medico, o attraverso le linee telefoniche dedicate, questo tipo di aiuto facilita la decisione al cambiamento e rafforza le proprie motivazioni; 
  • gruppi di aiuto:  grazie alla condivisione dei problemi e delle motivazioni con altri fumatori, le terapie di gruppo possono essere un aiuto molto valido. Chiedete al vostro medico di base di segnalarvi i gruppi di aiuto attivi nella vostra zona.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio sigarette, come smettere di fumare: trucchi e consigli per riuscirci

PordenoneToday è in caricamento