rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
emigranti

Alluvione in Brasile: parte una raccolta fondi per i pordenonesi all'estero

Il presidente di Efasce - Pordenonesi nel Mondo Gino Gregoris si è prontamente messo in contatto con il coordinatore per il Brasile Argel Rigo per conoscere nel dettaglio la situazione

Sono almeno 147 le persone hanno perso la vita a seguito delle alluvioni che hanno colpito la zona di Rio Grande do Sul in Brasile. Secondo quanto riportato dalla protezione civile da diversi giorni la regione è colpita da intense piogge che stanno creando danneggiamenti e disagi a milioni di sfollati, con molte cittadine ancora isolate. In quell'area, scelta come meta per gli emigranti dal Nordest, vivono tanti nostri corregionali, diversi dei quali parlano il talian, lingua locale riconosciuta dallo Stato e basata su veneto e friulano. 

Il presidente di Efasce - Pordenonesi nel Mondo Gino Gregoris si è prontamente messo in contatto con il coordinatore per il Brasile Argel Rigo per conoscere nel dettaglio la situazione dopo l'alluvione in Brasile. Per supportare i residenti del posto Efasce ha anche avviato una raccolta fondi per rispondere alle esigenze dei corregionali e offrire loro tutti gli strumenti per far fronte a questa grave emergenza. 

"State affrontando una immane tragedia e noi vi siamo vicini con il cuore e con il pensiero - ha dichiarato Gregoris scrivendo ai corregionali in Brasile -. Vogliamo essere vicini a voi cari amici dell'EFASCE ma anche a tutta la popolazione che in questo momento sta soffrendo per la perdita dei loro cari, delle loro case e del loro lavoro. Mi consola soltanto il fatto che, dai vostri messaggi che ho letto, ho capito che la speranza è ancora viva , ma ancora più viva è la forza ed il coraggio di ricominciare a lavorare e lottare per superare questo momento così difficile. Vi scrivo in concomitanza 6 maggio, anniversario del terremoto che nel 1976 ha colpito il nostro Friuli. Colpito ma non battuto. Con la volontà, la tenacia, la forza dei friulani siamo riusciti a ricostruire la nostra amata terra. Sono sicuro che voi, discendenti di questo popolo e discendenti delle genti venete, troverete la forza per lasciarvi alle spalle questo doloroso momento”.

Chi volesse contribuire può versare un contributo al c/c intestato a:

Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti IBAN IT56S0835612500000000009175 Causale: “Alluvionati Brasile RS”. Banca di Credito Cooperativo Pordenonese e Monsile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione in Brasile: parte una raccolta fondi per i pordenonesi all'estero

PordenoneToday è in caricamento