rotate-mobile
Cronaca / Centro Storico / Piazza Giustiniano

Arrestato per resistenza e danneggiamento in tribunale: scatta il divieto di dimora a Pordenone

Il 45enne, originario di Aviano, era entrato nella sede di Pordenone senza fermarsi ai controlli colpendo un carabiniere e una guardia giurata

Il giudice Eugenio Pergola ha convalidato l'arresto nei confronti del 45enne di Aviano accusato di resistenza e danneggiamento. L'uomo, fermato all'interno del tribunale dopo aver tentato di raggiungere gli uffici della Procura, dovrà presentarsi due volte al giorno davanti all'autorità giudiziaria. Il magistrato, nel disporre la scarcerazione in accordo con il pm, ha inoltre ordinato il divieto di dimora e di transito nella zona di Pordenone dopo i fatti che sono avvenuti martedì 5 settembre al palazzo di giustizia.

I provvedimenti adottati dal giudice per l'udienza preliminare sono infatti legati all'episodio che ha avuto luogo all'interno del tribunale pordenonese. L'uomo, dopo aver parcheggiato l'auto a pochi passi dalla sede, era entrato senza fermarsi per i controlli con il metal detector chiedendo espressamente un incontro con il procuratore. A quel punto gli operatori hanno cercato di bloccarlo mentre saliva le scale in direzione degli uffici che si trovano al terzo piano. Nel divincolarsi il 45enne, difeso dal legale Patrizia Rech) ha colpito un agente e una guardia giurata costretti ad andare all'ospedale per dei controlli. L'udienza del processo è stata fissata per la prossima settimana

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per resistenza e danneggiamento in tribunale: scatta il divieto di dimora a Pordenone

PordenoneToday è in caricamento