rotate-mobile
Cronaca / Meduno

Si sente male e va in arresto cardiaco: rianimata dai colleghi guidati al telefono dagli infermieri

È successo questo pomeriggio a Meduno. I colleghi, formati al primo soccorso, hanno eseguito passo per passo le indicazioni dopo aver recuperato un defibrillatore semiautomatico

Un'operaia si è sentita male nel pomeriggio del 26 febbraio all'interno di un'azienda produttiva vicina a Meduno. La donna, soccorsa questo pomeriggio dal personale medico infermieristico, è andata in arresto cardiaco a causa di una ostruzione accidentale delle vie aeree superiori. Un boccone di traverso. 

I primi a dare l'allarme sono stati i colleghi che hanno chiamato subito il Nue112. Gli operatori hanno trasferito la telefonata alla centrale operativa della Struttura operativa regionale emergenza sanitaria che si occupata della fase delicata dei soccorsi. 

Gli infermieri della Sores hanno mandato sul posto un'ambulanza da Sequals e l'automedica da Pordenone. Mentre i due mezzi si sono diretti verso l'azienda, l'infermiere è rimasto in linea con i dipendenti che hanno ricevuto tutte le informazioni sulle manovre di rianimazione polmonare da avviare immediatamente. I colleghi, formati al primo soccorso, hanno eseguito passo per passo le indicazioni dopo aver recuperato un defibrillatore semiautomatico presente all'interno dell'impresa. La persona, grazie al lavoro di squadra e alla tempestività dell'intervento dei colleghi, si è ripresa prima dell'arrivo degli equipaggi dell'ambulanza e dell'automedica. 

L'operaia, presa in carico dal personale sanitario, è stata trasportata all'ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone, con l'ambulanza con a bordo il medico dell'automedica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sente male e va in arresto cardiaco: rianimata dai colleghi guidati al telefono dagli infermieri

PordenoneToday è in caricamento