rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca / Aviano

Porta il figlio a sciare ma restano bloccati sulla pista nera: multato il padre

Il genitore è stato costretto a chiamare i carabinieri che hanno portato gli sciatori fino a valle usando la motoslitta

Multa salata dopo una giornata da incubo per due sciatori costretti a chiedere aiuto alle forze dell'ordine per poter terminare la discesa. Nella giornata di ieri i carabinieri sciatori di Aviano sono intervenuti nella località turistica di Aviano dopo che è giunta una segnalazione dalla pista nera di Piancavallo. Un padre, secondo le ricostruzioni, aveva deciso di portare il figlio a sciare fino a raggiungere una delle zone più complicate del comprensorio. Il ragazzo a quel punto non era più in grado di scendere spingendo il genitore a chiamare i soccorsi. Gli sciatori, dopo che sono arrivati i carabinieri, sono stati portati fino a valle in motoslitta. Le forze dell'ordine hanno infine inflitto una sanzione di 333 euro al padre secondo l'articolo 27 del decreto 40/2021 entrato in vigore il 1° gennaio 2022. 

Le violazioni segnalate dall'Arma si riferiscono in particolare a condotte come l'omessa precedenza e la velocità non adeguata. Ma non sono mancati interventi nei confronti di utenti che si sono cimentati in discesa troppo difficili per le proprie capacità tecniche come è avvenuto nel caso appena citato. I carabinieri sciatori, oltre alla sanzione amministrativa, hanno dovuto riaccompagnare a valle gli sciatori o snowbordisti inesperti. 

Le attività dei carabinieri di Aviano sono aumentate nella zona della località di Piancavallo. Le piste da sci sono presidiate dai militari con compiti di vigilanza e soccorso a supporto dei soccorritori dell’ente “Promoturismo” e “SOS FVG”. E in questa prima parte della stagione sciistica sono state rilevate violazioni di utenti non autorizzati a occupare le piste da sci

C'è forte preoccupazione per le condotte irregolari di chi si dedica all’escursionismo in montagna con sci da scialpinismo dato che non sono mancate le occasioni in cui alcune persone sono state sorprese a percorrere le piste sia in salita che discesa durante la chiusura o l’apertura in senso opposto, pur avendo l’obbligo di non occupare il sedime sciabile destinato allo sci da discesa e snowboard.

Nel fine settimana appena trascorso, i carabinieri sono intervenuti dopo che alcuni sciatori hanno occupato le piste in fase di discesa mentre i mezzi destinati alla manutenzione (i gatti delle nevi) stavano operando, creando situazioni di pericolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta il figlio a sciare ma restano bloccati sulla pista nera: multato il padre

PordenoneToday è in caricamento