Domenica, 21 Luglio 2024
La sentenza

Borsa con 17 chili di marijuana: due condanne e un patteggiamento

È l'esito della sentenza dopo il ritrovamento della droga in una cantina a Pordenone. Coinvolta anche una ex maestra di Roveredo in Piano

Due persone sono state condannate in totale a sette anni di reclusione per detenzione di droga ai fini di spaccio. È quanto stabilito dalla sentenza legata all’indagine “big bag” partita il 2 marzo 2022 gra. Una grossa attività antidroga condotta dai carabinieri che ha consentito di scoprire un borsone pieno di marijuana di 17 chili. L'inchiesta aveva portato a diverse perquisizioni, a nove arresti, e al sequestro di sostanze stupefacenti: 21 chili di marijuana, 165 grammi di cocaina, 60 grammi di hashish.

Ieri, nel corso dell'udienza preliminare del gup Milena Granata, è stato contestato a due imputati (Demian Dervishaj, 26 anni di Pordenone e Jenni Corazza di Chions), il reato di detenzione di sostanze stupefacenti dopo essere stati trovati in macchina in possesso di 149,56 grammi di cocaina presenti nel tacco di una scarpa da donna. L'uomo è stato condannato a 4 anni e 4 mesi anche per lo stoccaggio di quantitativi di altro stupefacente nella casa di altri due imputati, madre e figlio, fra febbraio e aprile 2022. Allo stesso tempo è stato assolto invece dall'accusa di cessioni e per aver minacciato un acquirente. Alla donna è stata invece inflitta una pena a 2 anni e 8 mesi per aver preso parte al viaggio a Milano.

Per quanto riguarda l’ex maestra d’asilo Nilla Cecchin di Roveredo in Piano, la 59enne, accusata per il reato di concorso nella detenzione dei 17 chili di marijuana nascoste all'interno dell'abitazione, ha scelto di patteggiare 1 anno, 6 mesi e 20 giorni di reclusione con una sanzione di 4667 euro. 

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borsa con 17 chili di marijuana: due condanne e un patteggiamento
PordenoneToday è in caricamento