rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca / Caneva

Cani sbranati da un lupo, quattro episodi segnalati nel Pordenonese nelle ultime settimane

L'allarme nella zona di Fiaschetti di Caneva dove sono stati segnalati più di quindici casi nella zona della Pedemontana.

Più di quindici casi. Tre episodi nelle ultime settimane. I lupi dal mese di gennaio hanno cominciato ad attaccare nella zona di Pordenone colpendo in particolare le aree di Caneva e Polcenigo. La denuncia è arrivata direttamente dalla comunità preoccupata da una situazione che sta creando disagi alla popolazione locale.

I casi nella Pedemontana

L'ultimo episodio denunciato risale alla giornata del 1 maggio. A Coltura, quartiere di Polcenigo, un cane di piccola taglia è stato trovato senza vita dopo essere stato sbranato e ucciso da un lupo. La stessa sorte è capitata a un altro esemplare, predato qualche giorno fa nella Pedemontana friulana tra Caneva, Fiaschetti e Polcenigo. 

Stando alle ricostruzioni si tratterebbe di un solo lupo che si sta aggirando nella zona della Destra Tagliamento, anche se non è da escludere la presenza di altre specie essendo un animale che vive e si sposta in branco. La situazione va avanti dai primi mesi dell'anno, con più di quindici casi segnalati alla guardia forestale e al personale della Regione che in questo momento stanno chiedendo maggiore attenzione ai proprietari dei cani. 

Proprio di recente si è tenuto un incontro nella zona di Aviano dove hanno preso parte non solo gli abitanti della zona ma anche i responsabili della forestale. Le autorità hanno informato la popolazione sulle procedure da seguire dopo gli ultimi casi che si sono verificati a Pordenone. Gli esperti consigliano di tenere gli animali in casa e di non lasciarli in giardino soprattutto durante la notte in modo da evitare che i lupi si avvicinino nelle zone densamente abitate. 

Gli avvistamenti in Regione

I primi segni di ricomparsa della specie in Friuli Venezia Giulia risalgono nel mese di febbraio 2010. Nel 2016 è stata invece documentata la presenza di una coppia nel pordenonese, precisamente nella zona di Sequals. Per questo motivo, come emerge dall'ultima relazione tecnica della Regione Friuli Venezia Giulia, si è scelto di effettuare un monitoraggio coordinato del lupo nelle regioni alpine in collaborazione con l'Ispra - Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, e le altre nazioni nell'ambito del Progetto LIFE WOLFALPS EU.

Si tratta di un lavoro che richiede tempo e che viene compiuto nell'arco di ogni due-tre anni. L'obiettivo di questo report è una stima della distribuzione della specie in Regione grazie al supporto degli operatori e associazioni che costituiscono il “Network Lupo Alpi". 

Per arrivare a una mappatura generale della presenza del lupo in Friuli Venezia Giulia in ogni cella si sono scelte più strade: quella del campionamento opportunistico senza una pianificazione programmata; e quello sistematico dal 1° ottobre al 30 aprile dell’anno successivo.

Stando ai primi dati si è vista la presenza del lupo soprattutto nelle ex province di Udine e di Pordenone. Grazie invece alla raccolta delle informazioni nell’ambito del programma di monitoraggio invernale è emerso che nel triennio di campionamento c'è stata un’espansione della specie a ovest verso il confine veneto della provincia di Pordenone (Cansiglio), nella porzione nord-ovest delle province di Pordenone e Udine, e a nord-est al confine tra Italia e Slovenia (Tarvisiano-UD). 

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

Autori della relazione tecnica:
Menzano Arianna, Avanzinelli Elisa, Fattori Umberto, Tomasella Michela e Marucco Francesca
(1) Ente di Gestione delle Aree protette delle Alpi Marittime, Centro di referenza Grandi Carnivori

(2) Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Servizio Biodiversità
 

(3) Università di Torino, Dipartimento Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani sbranati da un lupo, quattro episodi segnalati nel Pordenonese nelle ultime settimane

PordenoneToday è in caricamento