rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
il caso / Comina alta

Carenze igieniche e di sicurezza: chiuso il centro islamico

Sigilli alla struttura della Comina dopo l'ispezione di vigili del fuoco e azienda sanitaria

Il Comune di Pordenone ha imposto la chiusura del centro islamico della Comina. Con un'ordinanza è stata imposta la chiusura temporanea dell'associazione culturale: i motivi sono carenze igieniche e sanitarie e di sicurezza. Su quest'ultimo punto, i vigili del fuoco hanno rilevato che l'impianto anti incendio non è a norma, oltre a mancare luci di emergenza e vie di fuga. 
I rilievi nella zona adibita a cucina e nelle aule al primo hanno fatto emergere come questi luoghi non siano nelle condizioni igienico sanitarie per ospitare dei bambini, a causa della presenza di muffa sulle pareti e della mancanza di pulizia. Inoltre, un ufficio è stato trovato adibito a dormitorio, cosa non permessa in uno stabile di quel tipo. 

Le autorità hanno quindi imposto la chiusura immediata del centro, con la conseguente sospensione di tutte le attività fino a quando non sarà rimesso tutto in regola. Un percorso in salita per i musulmani della provincia, considerando le faide interne a causa delle diverse provenienze geografiche dei fedeli e soprattutto il contro corrente bloccato a causa di una vertenza con un ex imam. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenze igieniche e di sicurezza: chiuso il centro islamico

PordenoneToday è in caricamento