rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
dopo l'incidente

Cimpello-Sequals: obiettivo farla diventare una superstrada

Per evitare gli scontri frontali è fondamentale la separazione in due carreggiate

Sul tavolo della Regione Friuli Venezia Giulia c'è una modifica radicale della Cimpello-Sequals. L'orizzonte a breve termine è quello dell'installazione di autovelox fissi e tutor, come annunciato dal prefetto di Pordenone Natalino Domenico Manno. 
Tra un paio di mesi dovrebbero vedersi i primi effetti. 
A lungo termine però questa arteria dovrebbe diventare una superstrada. La pratica sarà in mano all'assessorato regionale alle Infrastrutture, guidato da Cristina Amirante. Secondo l'esponente della giunta Fedriga l'ampliamento della strada chiederebbe almeno cinque anni di lavori, che potrebbero anche diventare di più considerando gli espropri da portare avanti. 
Per diminuire gli incidenti in una strada che dal 1998 a oggi ha lasciato moltissime vittime, oltre a misure preventive come gli autovelox, la soluzione definitiva sarà la separazione delle carreggiate. Gli incidenti sono sempre causati da sorpassi incauti che finiscono per diventare incidenti frontali. 
La logica sarebbe la stessa del tratto successivo della strada che, dalla rotonda Pian di Pan arriva fino allo svincolo di Cimpello nella connessione con l'autostrada A28. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimpello-Sequals: obiettivo farla diventare una superstrada

PordenoneToday è in caricamento