rotate-mobile
Viabilità / Clauzetto

Clauzetto: la strada riaprirà entro Pasqua, 600 mila euro per nuovi interventi

L'annuncio dell'assessore Amirante. Si cerca una soluzione alternativa alla provinciale 22

La riapertura della strada per Clauzetto è prevista per mercoledì 27 marzo. L'annuncio è dell'assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Cristina Amirante, nel corso dell'incontro in Prefettura a Pordenone per fare il punto sui lavori lungo la strada della Val Cosa. Dal mese di novembre una frana ha messo in seria difficoltà la popolazione locale. Una situazione che è stata più volte segnalata dalle autorità locali visto che la strada che conduce verso Travesio, l'ex provinciale 22, è chiusa al traffico. Il sindaco di Clauzetto aveva minacciato le dimissioni se non si trovava una soluzione in modo da ripristinare la viabilità al più presto.

"Fatto salvo - afferma Amirante -  l'arrivo di un probabile fronte di maltempo nelle prossime ore, con possibile previsione di forti piogge tra domani pomeriggio e mercoledì nell'area della Val Cosa, tra oggi e domani mattina sarà comunque conclusa l'attività di messa in esercizio dei sensori che monitoreranno il movimento della frana. L'apertura della viabilità sarà consentita proprio dal collegamento dei sensori con alcuni semafori che, in caso di criticità, diventeranno rossi per segnare l'impossibilità di transito agli automobilisti". 

Ciò garantirà l'apertura prima di Pasqua come stabilito dall'incontro, convocato dal prefetto Natalino Domenico Manno, a cui hanno partecipato anche i sindaci Giuliano Cescutti (Clauzetto) e Juri Del Toso (Castelnovo del Friuli), oltre ai vertici dell'Edr di Pordenone e al comando della Polizia stradale di Pordenone.  "L'altro elemento che è stato stabilito - prosegue l'assessore - prevede lo stop al transito nelle ore notturne, durante le quali si dovrà continuare a percorrere le previste viabilità alternative. Le limitazioni sono dovute al fatto che la frana, che ricomprende un volume di oltre 300 mila metri cubi di terreno, è ancora in lento e continuo movimento, come è stato spiegato dai tecnici durante l'incontro".

Allo stesso tempo si cercheranno alternative rispetto alla provinciale 22 per Clauzetto.  "Abbiamo previsto lo stanziamento di 600 mila euro in via d'urgenza a favore di Edr Pordenone per la progettazione e l'avvio dei lavori anche per la risoluzione di una seconda frana, in posizione più alta e sempre lungo la provinciale 22, ma in direzione Vito d'Asio. Un intervento indispensabile per garantire la sicurezza del tratto stradale che consente di accedere a Clauzetto".

Lo stanziamento, conclude Amirante, "è necessario - ha spiegato ancora l'assessore - per avviare la progettazione di un intervento di viabilità alternativa che allontani la carreggiata dalla frana 'bassa', cioè quella che si è verificata alla fine dell'anno scorso, per poter così individuare una soluzione che consenta di mettere in sicurezza la circolazione in maniera stabile e definitiva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clauzetto: la strada riaprirà entro Pasqua, 600 mila euro per nuovi interventi

PordenoneToday è in caricamento