Cronaca / Porcia

Contratti a termine, ma c'è la cassa integrazione: scatta l'indennizzo per cinquanta lavoratori di Electrolux

Circa 120 operai hanno impugnato e intentato la causa contro la multinazionale svedese

Bisognerà attendere il 2025 per conoscere la sentenza del giudice di Pordenone. Una decisione che influirà sul confitto tra Electrolux e 120 operai. I sindacati hanno deciso di passare per il tribunale a seguito dei contratti a termine siglati tra il 2022 e 2023 con la cassa integrazione a completa disposizione. La scelta, secondo le associazioni, va contro l'articolo 20 della legge 81 del 2025 (job act), che vieta la sovrapposizione tra ammortizzatori sociali e contratti a termine. 

Nel frattempo cinquantasei lavoratori hanno accettato la proposta economica di conciliazione di Electrolux. Un accordo perfezionato dagli avvocati dello studio Maresca di Roma per l'Electrolux e degli studi Giacomo Summa di Roma e di Treviso. Gli altri operai hanno deciso di proseguire con la causa. 

"Si tratta di condizione diffusa nel gruppo Electrolux - si legge nella nota di Augustin Breda della Fiom - ma anche in tante altre imprese in tutta Italia. Per questo la causa stabilirà un precedente unico nel Paese".

Gli operai precari dell'Electrolux di Susegana hanno ricevuto il pieno sostegno dei rappresentanti RSU Fiom Uilm vista la mancata trasformazione a tempo indeterminato dei rapporti di lavoro. I lavoratori sono in attesa della conclusione della vertenza. Se il giudice darà ragione ai ricorrenti saranno reintegrati con un contratto stabile e con un risarcimento a livello economico. 

"Il ricorso - prosegue Breda - già allora produsse un primo risultato, come la trasformazione a tempo indeterminato dell'ultimo gruppo di 50 contratto a termine che scadevano a luglio 2023, per evitare di ingrossare la vertenza". 

Giovedì 28 c'è stata un'altra svolta, ovvero l'accordo con clausola di riservatezza che impedisce agli interessati di divulgare il suo contenuto. Per quanto riguarda la somma dovuta ai lavoratori e agli avvocati, l'azienda pagherà all'incirca un milione di euro nei prossimi giorni secondo quanto stabilito dal giudice del lavoro Ricco Cobucci.

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratti a termine, ma c'è la cassa integrazione: scatta l'indennizzo per cinquanta lavoratori di Electrolux
PordenoneToday è in caricamento