rotate-mobile
emergenze

I pompieri si preparano simulando terremoti e alluvioni

Quattro giorni di esercitazioni per i vigili del fuoco del Friuli Venezia Giulia

Quattro giornate di esercitazione per i Vigili del fuoco del Friuli Venezia Giulia, nella prima giornata martedì 14 maggio si è tenuta un’esercitazione nazionale per posti di comando nella quale sono state ipotizzate due scosse di terremoto, una nel territorio del comando di Udine e una nel territorio di Pordenone. Durante questa esercitazione sono state testate a livello nazionale le procedure di allertamento e invio di più moduli di colonna mobile regionale con squadre inviate da tutti i comandi della regione e da fuori regione al fine di testare i tempi di risposta effettiva dell’allertamento e partenza delle squadre. Nell’ambito dell’esercitazione nazionale dei Vigili del fuoco da mercoledì 15 a venerdì 17 maggio è stato allestito, presso il Parco del Rivellino ad Osoppo (UD), il campo base di recente assegnazione che, in caso di bisogno, dovrebbe ospitare il personale dei Vigili del fuoco in caso di invio in calamità.



Il 16 e il 17 maggio si è tenuta anche l’esercitazione SermEx 2024 organizzata da Corpo Nazionale Vigili del fuoco, Protezione Civile Regionale, Università degli Studi di Udine e Comune di Venzone in collaborazione con l’Associazione Comuni Terremotati e Sindaci della Ricostruzione del Friuli durante la quale è stato simulato un terremoto nelle zone colpite dal sisma in Friuli del 1976 e un’alluvione a Pordenone. La finalità di questa esercitazione, alla quale hanno partecipato Vigili del fuoco dei quattro comandi del Friuli Venezia Giulia, Protezione Civile Regionale, Università degli studi di Udine e, in qualità di osservatori, ricercatori dell’Università di Napoli e dell’Università di Pavia, era quella di testare sul campo le applicazioni per il “triage” delle strutture e degli stabili nelle zone colpite da un sisma con invio dei dati ad un centro di raccolta dove, elaborando le informazioni, vengono definite le zone rosse.
Nel primo pomeriggio del 17 maggio si è tenuto nella sala consigliare del comune di Venzone (UD) il debriefing dell’esercitazione.
Si segnala che il pomeriggio del 16 maggio si è quasi passati dalla simulazione dell’alluvione a Pordenone alla realtà in quanto le forti piogge hanno dato corso ad una micro emergenza con allagamenti in alcune zone del pordenonese con un centinaio di interventi eseguiti dai Vigili del fuoco in meno di 24 ore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I pompieri si preparano simulando terremoti e alluvioni

PordenoneToday è in caricamento