rotate-mobile
in tribunale / Centro Storico

Ex fiera, il Comune presenta le memorie con tre giorni di ritardo

Lo rende noto l'avvocato di Legambiente Veronica Dini. Era già successo con la prima udienza

Alla vigilia della discussione nel merito sul ricorso che riguarda il progetto ex-fiera, gli animi si scaldano. Il Tribunale amministrativo regionale, dopo aver accolto la richiesta di sospensiva, promossa da Legambiente e dai comitati cittadini, ha chiesto alle due parti concorrenti (quindi anche al Comune di Pordenone) di produrre ulteriori memorie. 
«La scadenza era fissata per venerdì 19 gennaio - spiega l'avvocato di Legambiente Veronica Dini - ma gli avvocati del Comune hanno inviato le carte lunedì 22 gennaio. Tre giorni di ritardo e una storia che si ripete, anche prima dell'udienza del 10 gennaio, il Comune aveva presentato i documenti fuori tempo massimo». 
Il primo ritardo era stato accettato da Dini, ma non il secondo.

«Con una nota ho chiesto - spiega l'avvocato - che la memoria venga espunta dal fascicolo e che il Collegio non ne tenga conto. Non è questa nota che cambierà le cose, ma è sorprendente che sia accaduto perché gli avvocati rispettano le norme». 

Quando arriverà la sentenza 

Dopo la discussione prevista per il 24 gennaio, che potrebbe durare un paio d'ore, bisognerà attendere la sentenza. Non sarà quindi il 24 il giorno in cui si saprà il destino del parco dell'ex fiera e dei suoi tigli degli anni '30. 
Ci vorranno giorni perché i giudici si esprimano e quindi la sentenza potrebbe arrivare la prossima settimana. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex fiera, il Comune presenta le memorie con tre giorni di ritardo

PordenoneToday è in caricamento