rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
la mobilitazione / Centro Storico

Ex fiera, chiesta la sospensiva: i comitati pronti ad «azioni eclatanti»

Entro la metà di gennaio il Tar si esprimerà sul taglio degli alberi

Continua la mobilitazione dei comitati per salvare i tigli dell'ex fiera. Legambiente ,Il Tiglio verde, Campetto open run e Comitato Molinari, hanno chiesto la sospensiva del cantiere al Tribunale amministrativo regionale del Friuli Venezia Giulia, «poiché sussiste il cosiddetto periculum in mora, ovvero il pericolo che con la predisposizione del cantiere (un'operazione per la quale non serve un progetto esecutivo), gli alberi vengano abbattuti, creando un danno imminente e insanabile, prima che i Giudici abbiano deciso sulla legittimità degli atti del Comune».

«Pronti ad azioni eclatanti»

«Non possiamo permettere che questo scempio si compia. Il Comune - sottolineato gli attivisti - non può procedere con gli abbattimenti prima che si sia pronunciato il Tribunale amministrativo sulla misura cautelare che abbiamo chiesto. Pronuncia che dovrebbe avvenire il 10 gennaio. In caso contrario siamo pronti a mettere in campo azioni eclatanti, pur di salvare quel boschetto di 53 alberi che, come se fosse un grande depuratore, ci preserva da CO2, altri inquinanti e crea ossigeno per un valore annuale di 340 mila euro. Perderlo sarebbe un grave danno ambientale oltre che erariale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex fiera, chiesta la sospensiva: i comitati pronti ad «azioni eclatanti»

PordenoneToday è in caricamento