rotate-mobile

Ruba nelle camere mentre le donne sono in sala parto: denunciata operatrice socio sanitaria

La polizia ha teso un tranello alla donna che ha all'attivo almeno otto colpi

Quando le donne entravano in sala parto per dare alla luce i loro bimbi, lei entrava nelle camere lasciate vuote e rubava soldi e preziosi. La polizia ha fermato una operatrice socio sanitaria, proveniente dall'Italia meridionale e residente in provincia, nel reparto di ostetricia dell'ospedale Santa Maria degli Angeli. 
La donna è stata presa con le mani del sacco grazie a un'operazione studiata a tavolino dalla polizia. È stata scelta una camera da monitorare e sono state installate delle telecamere nascoste. 
Una agente di polizia ha simulato il ricovero e poi si è allontanata dalla stanza facendo finta di dover fare una visita ginecologica. A quel punto la Oss è entrata in azione e dal portafoglio lasciato appositamente nel comodino ha rubato 50 euro. 
A quel punto i poliziotti sono entrati in azione e hanno fermato la donna che aveva addosso la banconota rubata. La Oss è stata denunciata per furto aggravato e sono in corso le indagini guidate dal pm Andrea Del Missier per accertare ulteriori responsabilità. 
Nel periodo esaminato dalla forze dell'ordine, si contano almeno otto furti a opera della donna per un totale di 1.200 euro in contanti e un valore di 2.000 euro in preziosi. 

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

Si parla di

Video popolari

PordenoneToday è in caricamento