Cronaca / Centro Storico / Piazza Risorgimento

Conflitto Gaza-Israele: anche Pordenone scende in piazza

Saranno due le manifestazioni in programma nel fine settimana, da quello organizzato dall'associazione Neda Day al presidio di solidarietà verso il popolo palestinese

Anche nella città di Pordenone ci saranno alcune manifestazioni contro il conflitto in Israele e nella striscia di Gaza. Piazza Risorgimento ospiterà due diverse iniziative nel fine settimana. La prima, in programma venerdì 20 ottobre alle ore 17:30, è sostenuta dall'associazione Nedaday del Dott. Taher Djafarizad. Un gruppo che, oltre a denunciare i casi di violenza verso le donne iraniane in quella che è di fatto una Rivoluzione contro il regime in carica, ha deciso di unire le forze in difesa di tutti i civili coinvolti negli scontri di queste ore.

«Scendiamo in piazza in difesa del popolo palestinese e del popolo israeliano, due popoli prigionieri di estremisti, due popoli che vogliono solo vivere in pace. - si legge nella nota - Facciamo come le ragazze iraniane. La feroce dittatura teocratica che opprime l’Iran ha organizzato manifestazioni di sostegno ai terroristi di Hamas, con l’obiettivo di cancellare Israele. Ma le ragazze iraniane sono scese in piazza con le bandiere dei due popoli, la bandiera della Palestina e la bandiera di Israele. Al loro grido “donna-vita-libertà” hanno aggiunto “libertà-democrazia-pace”». 

Presidio di solidarietà a sostegno della Palestina

Sabato 21 ottobre è in programma invece il presidio di solidarietà in favore del popolo della Palestina. Un appuntamento che avrà luogo sempre in piazza Risorgimento dalle 16 alle 18 e che vedrà in prima fila Amer Hasan, esponente  della comunità palestinese in provincia di Pordenone. Per realizzare questa manifestazione è stato necessario il supporto Comunità palestinese del Veneto. La questura ha dato l'autorizzazione all'evento con alcune prescrizioni.  In piazza saranno consentite solo insegne della Palestina e della pace mentre è vietato l’utilizzo di bandiere legate al movimento islamico di Hamas, e di megafoni che possono creare disturbi nel corso delle attività della giornata a Pordenone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conflitto Gaza-Israele: anche Pordenone scende in piazza
PordenoneToday è in caricamento