rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

Ragazzi scomparsi in Veneto: convocata in caserma la famiglia di Giulia

Diverse segnalazioni nel Pordenonese. L'auto dell'ex fidanzato Filippo Turetta sarebbe passata intorno alle 5 mattino di ieri, 14 novembre, vicino alla stazione ferroviaria. Qualche minuto più tardi il transito a Fiume Veneto.

La famiglia di Giulia Cecchettin è stata convocata alcuni minuti fa nella caserma dei carabinieri a Vigonovo (Venezia), che si trova a pochi metri dalla loro abitazione. Le ricerche intanto vanno avanti nelle zone tra Vigonovo (Venezia) e Treviso grazie al supporto delle forze dell'ordine che con l'elicottero stanno perlustrando l'area sulla base di diverse segnalazioni. La ragazza e l'ex fidanzato Filippo Turetta, scomparsi da sabato scorso. Le zone fino a questo momento al centro delle indagini sono le province di Treviso, Belluno e Pordenone. Le telecamere, riporta il Messaggero Veneto, avrebbero immortalato la Fiat Punto partita da Vigonovo nella zona della Destra Tagliamento. Secondo le ultime segnalazioni la macchina è passata nella zona della stazione ferroviaria di Pordenone intorno alle 5 del mattino di ieri, 14 novembre, per poi dirigersi verso Fiume Veneto qualche minuto più tardi. 

Allo stesso tempo il nucleo dei sommozzatori dei vigili del fuoco è stato preallertato nel territorio della Riviera del Brenta per eventuali perlustrazioni in acqua. I pompieri, Su richiesta dei carabinieri, i pompieri hanno monitorato la zona degli argini con un gommone con il sostegno l'elicottero. L'esito delle prime ricerche è stato negativo, ma in queste ore le attività di ricerca sono proseguite sulla zona in attesa di ulteriori comunicazioni dopo l'incontro di coordinamento, previsto nella giornata di oggi, tra vigili del fuoco e carabinieri.

I carabinieri: «Una sola segnalazione in Friuli»

Non risultano, agli investigatori, nuovi passaggi dell'auto che si presume possa avere a bordo i due ragazzi veneti scomparsi. I carabinieri del comando provinciale di Pordenone hanno reso noto questa mattina che si sta procedendo con «attività sulla base delle segnalazioni ricevute, ma a oggi non c'è alcun riscontro della presenza dei due soggetti nel territorio. Si può presumere che il passaggio in un'area pordenonese, nella notte tra sabato e domenica, sia stato soltanto un transito e non una permanenza. C'è stato, in effetti, un unico rilevamento di targa, in provincia di Pordenone, nella zona di Caneva, in orario notturno, pochissime ore dopo la scomparsa. Le segnalazioni di avvistamenti dell'auto ricevute in seguito non hanno invece avuto riscontro - precisano dal comando friulano dell'Arma - Sono state, dunque, archiviate come senza esito. Le ricerche sono in atto finché non viene trovata la vettura in territorio italiano o estero. I dati di ricerca sono inseriti nei nostri terminali e il pattugliamento è costante».

Chiunque abbia avuto modo di intercettare l’auto, una Fiat Grande Punto con targa FA 015 YE, è pregato di contattare immediatamente le forze dell'ordine. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi scomparsi in Veneto: convocata in caserma la famiglia di Giulia

PordenoneToday è in caricamento