rotate-mobile
Cronaca / Centro Storico / Piazzale XX Settembre

Giulia Cecchettin, Voce Donna scende in piazza a Pordenone

L'appuntamento alle 18 in piazza XX Settembre.

«Se domani tocca a me, voglio essere l'ultima». Così recita l'ultimo verso della poesia che è stata proprio in queste ore rilanciata sul web. Le parole dell'autrice e scrittrice peruviana Cristina Torres Cáceres sono state utilizzate per l'appuntamento di oggi, 20 settembre, alle 18 in piazza XX Settembre a Pordenone in ricordo di Giulia Cecchettin e contro ogni forma di violenza.

Ieri a Vigonovo, in provincia di Venezia, migliaia di persone hanno partecipato alla fiaccolata silenziosa in presenza  del padre di Giulia, Gino Cecchettin, e la sorella Elena. L'associazione Voce Donna ha scelto quindi di farsi sentire anche a Pordenone in quella che è la settimana contro la violenza sulle donne. Una serie di appuntamenti, incontri, convegni, presentazioni di libri e percorsi formativi organizzati dal Comune per sensibilizzare la cittadinanza su temi di stretta attualità. 

«Ogni anno - ha affermato l’assessore alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità del Comune di Pordenone Guglielmina Cucci - ci ritroviamo il 25 novembre a scorrere le statistiche delle donne uccise, drammatici eventi che abbiamo imparato a chiamare femminicidi. I dati sono in costante aumento: il Ministero degli Interni e ISTAT parlano di 100 omicidi nel 2021, 125 nel 2022 e finora, nel 2023, siamo già oltre i 100. Questa è la triste conta delle donne uccise, una ogni 3 giorni, secondo le stesse dinamiche, gli stessi copioni, che non guarda a ceto sociale o età; una tragedia immane, quotidiana, diventata un fenomeno sociale strutturato contro il quale dobbiamo mettere in campo misure ferme e un impegno costante per rafforzare principi e valori di tolleranza e rispetto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giulia Cecchettin, Voce Donna scende in piazza a Pordenone

PordenoneToday è in caricamento