rotate-mobile
La nota

Grave carenza di personale in questura: "Incrementare l’organico con urgenza"

La nota della segreteria provinciale di Pordenone: "Si rischia la chiusura"

La Segreteria Provinciale denuncia la gravissima situazione in cui si trova la questura di Pordenone. Al momento conta 140 agenti, un numero inferiore rispetto alle altre realtà italiane con lo stesso numero di abitanti. "I soli comuni di Pordenone, Cordenons e Porcia, dove principalmente operano le volanti per garantire prevenzione e repressione dei reati, contano circa 85.000 residenti e chiedono una maggiore presenza su strada della Polizia di Stato rispetto a quella che viene garantita oggi con affanno dal personale". Per avere un servizio adeguato, sostengono i rappresentanti delle sigle sindacali, servirebbero almeno tre pattuglie. L'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico riesce ad assicurare la presenza sul territorio con solo due volanti per turno, impiegate molto spesso per incidenti stradali e non per le attività di prevenzione di altri reati.

"La provincia di Pordenone, inoltre, conta complessivamente circa 310.000 abitanti, 51 comuni e una notevole estensione territoriale", prosegue la nota. "Gli agenti devono dunque garantire la sicurezza di tutti, il controllo del territorio, gli eventi e le diverse attività d’ordine pubblico come le manifestazioni politiche, sportive, oltre alle specifiche funzioni di Polizia Amministrativa".

Le difficoltà non mancano. In occasione degli eventi gli Uffici (quelli che dovrebbero consentire il rilascio di passaporti, licenze e permessi di soggiorno) vengono temporaneamente chiusi in assenza di personale. "La nostra amministrazione a Pordenone “rischia la chiusura”, e non è assolutamente accettabile che un ufficio della Polizia di Stato così importante si trovi in queste condizioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grave carenza di personale in questura: "Incrementare l’organico con urgenza"

PordenoneToday è in caricamento