rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca / San Vito al Tagliamento

Un incontro su Gaza con il patrocinio del Comune: polemica a San Vito

L’evento, che si è svolto il 22 maggio nella sala consigliare al palazzo Rota, ha generato uno scontro tra i vari schieramenti politici

È scoppiata la polemica attorno all'appuntamento che si è tenuto al palazzo Rota a San Vito al Tagliamento. Nella sala consigliare è andato in scena l'incontro 'Fermare il genocidio a Gaza. Fermare la guerra. Rispettare le risoluzioni Onu. Liberare i territori occupati. Due popoli in due stati'. L'evento, organizzato dall'Arci Cral Galante Ciliti e dall'Anpi San Vito Sezione "E. Gregoris Learco", ha ricevuto il patrocinio del Comune. Un atto che ha generato uno scontro tra le varie forze politiche. 
 

L'indignazione è partita dallo schieramento di centro destra giudicando l'evento non imparziale rispetto ai temi trattati. All'incontro, oltre al presidente provinciale dell'Anpi di Pordenone Loris Parpinel, si sono presentati anche Khaled Al Zeer e Amer Hasan, rappresentanti delle comunità palestinesi del Veneto e del Fvg.

L'onorevole Loperfido di Fratelli d'Italia ha espresso il proprio "sconcerto" rispetto a un "convegno a tema “stop genocidio a Gaza” patrocinato dal Comune a senso unico, in cui i relatori sono esclusivamente l’Anpi provinciale, ben due associazioni palestinesi e nessun altro".

Secondo l'esponente di Fdi, "Se c’è volontà di approfondire il tema, a maggior ragione in un ambito istituzionale vanno ospitate tutte le parti in causa e ascoltate tutte le tesi. A meno che il Comune e il sindaco non vogliano schierarsi”, dichiara Loperfido. “La frase “Chiunque voglia paragonare quando sta accadendo oggi a un genocidio sta dicendo una bestemmia” è della senatrice Segre, non certo mia. Invitiamo quindi il sindaco a fare un passo indietro e rivalutare bene la situazione, ampliando nel caso il confronto sul tema. A meno che non condivida le posizioni del convegno, ma i cittadini non meritano una simile imposizione di pensiero, come manifestato in queste ore anche dall’opposizione. Ricordando che l’Anpi - conclude il deputato pordenonese - non fece assolutamente nulla durante le cerimonie del 25 aprile a Milano per prendere le difese della brigata ebraica attaccata dai fondamentalisti ed estremistri di sinistra che stavano manifestando fianco a fianco con la stessa Anpi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un incontro su Gaza con il patrocinio del Comune: polemica a San Vito

PordenoneToday è in caricamento