rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Il caso

Investe in criptovalute, ma è una truffa: operaio raggirato per oltre 30 mila euro

La vittima è stata adescata da un utente su whatsapp. Una donna lo ha poi convinto a compiere varie operazioni acquistando dollari digitali

È arrivato a investire oltre trentamila euro in criptovalute, per poi scoprire di essere stato vittima di una truffa online. Un operaio di 50 anni di Pordenone ha deciso di segnalare tutto alla questura ma a quel punto l'utente, una giovane donna, aveva eliminato il suo profilo Facebook.  

L'uomo, come riporta il Messaggero Veneto, è stato adescato da una ragazza lo scorso ottobre con un messaggio. «Andiamo a fare yoga?», si legge nella chat. Lui, ovviamente, non la conosceva (il numero era della Cambogia) ma ha deciso comunque di conversare con la donna. L'utente ha dichiarato di essere di Milano ma gira il mondo lavorando per l'azienda del padre, specializzata nella vendita di capi d’abbigliamento.

Dopo un po' di giorni la ragazza è passata all'attacco chiedendo all'operaio di investire in criptovalute. Lui accetta, e viene guidato in ogni singolo passaggio con risultati all'inizio sorprendenti. A ogni transazione gli arrivava un profitto del 10%. E da lì non si è più fermato fino a che non ha scelto di mettere una fetta consistente dei suoi risparmi: trentamila euro. 

In quel caso dal sito è apparso un messaggio: "Complimenti hai raggiunto il secondo livello". E da quelle parole l'operaio ha capito di essere stato al centro di un raggiro. Nonostante abbia più volte bloccato i numeri di telefono, l'utente continuava a contattarlo in attesa degli altri trentamila da investire in criptovalute. Una richiesta insistente a cui si aggiungeva la promessa, mai mantenuta, di un incontro con l'uomo. L'operaio, a quel punto, ha deciso di denunciare tutto alle forze dell'ordine. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investe in criptovalute, ma è una truffa: operaio raggirato per oltre 30 mila euro

PordenoneToday è in caricamento