rotate-mobile
Il lutto

È morto il poliziotto colpito da un malore dopo il turno di lavoro: aveva 49 anni

Stefano Del Piero, pordenonese, si è sentito male mentre si trovava in ufficio per la stesura degli atti nella questura di Treviso

Non ce l'ha fatta Stefano Del Piero, il poliziotto di Pordenone colpito da un grave malore al termine del turno di lavoro. L'uomo, trasferito all'ospedale Ca' Foncello di Treviso, era ricoverato in terapia intensiva nel reparto di cardiologia in gravissime condizioni.

L'episodio si è verificato nella notte tra mercoledì e giovedì all'interno degli uffici della questura. L'agente, stando alle ricostruzioni dell'episodio, aveva terminato il turno di pattuglia 19-24 quando si è sentito male crollando a terra. Era rientrato in ufficio con i colleghi per la stesura degli atti. A trovarlo privo di sensi i colleghi di Treviso che hanno avviato le pratiche di rianimazione e  chiamato immediatamente il 118. Fin da subito è apparso evidente che il 49enne era stato colto da un infarto. Trasportato con urgenza in ambulanza al pronto soccorso,  Stefano Del Piero, dopo i primi esami, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico da parte dei medici del nosocomio veneto. Le sue condizioni non sono migliorate ed è stato dichiarato morto nella giornata di oggi, 22 aprile, dopo cinque giorni di agonia. 

È stato firmato il nullaosta per la donazione degli organi. Il funerale del poliziotto avrà luogo nella chiesa del Sacro Cuore a Pordenone, anche se al momento non è stata ancora fissata la data.

La nota della questura

"Il questore, i funzionari e i colleghi della Questura e di tutta la Polizia di Stato di Treviso si stringono ai familiari di Stefano in questo momento di grande dolore - si legge nella nota dalla polizia di Treviso. - Profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia è stato espresso dal Capo della Polizia,  che oggi era presente a Treviso e che nei giorni scorsi ha  voluto essere informato costantemente delle condizioni del collega.  Stefano era un poliziotto stimato, che ha sempre indossato la divisa con senso dello Stato e spirito di servizio.  È così che la sua seconda famiglia, quella della Polizia di Stato, vuole ricordarlo".

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto il poliziotto colpito da un malore dopo il turno di lavoro: aveva 49 anni

PordenoneToday è in caricamento