rotate-mobile
la svolta / San Vito al Tagliamento

Si sblocca l'iter per il nuovo carcere, ok all'accordo economico

La Piazzarotti aveva chiesto una rimodulazione della spesa, che si aggirerà intorno ai 45 milioni di euro

Si è sbloccato l'iter che porterà alla costruzione del nuovo carcere di San Vito al Tagliamento, che andrà a sostituire la struttura attuale nel castello di Pordenone. 
L'ultimo problema riguardava il quadro economico dell'opera che, come molti altri cantieri, ha visto un ritocco verso l'alto di tutti i prezzi, a partire dal rincaro dei materiali. Adesso è arrivato il semaforo verde e, come riporta il Gazzettino, l'avvocatura dello Stato ha dato l'ok alla richiesta fatta dalla Pizzarotti, azienda che si occuperà della realizzazione della struttura. 

L'impresa di Parma aveva chiesto una riformulazione economica del progetto per arrivare a un quadro complessivo di circa 45 milioni di euro. Quando partirà il cantiere ci vorranno 540 giorni per vedere completato il carcere che potrà ospitare 300 detenuti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sblocca l'iter per il nuovo carcere, ok all'accordo economico

PordenoneToday è in caricamento