rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
la voce dei residenti / Centro Storico

I cittadini lanciano una petizione contro il palazzone di 12 piani

I cittadini hanno lanciato una raccolta di firme per fermare l'opera in via Molinari, considerata un ecomostro

È partita la petizione contro il palazzo di 12 piani che potrebbe essere costruito  all’incrocio tra via Molinari e via Marco Polo. 
Ipotesi che ha acceso i residenti del quartiere, considerando la rivoluzione in arrivo in una zona particolarmente delicata della città, dal rifacimento dell’ex fiera allo sfratto alle associazioni di via San Quirino, a poche centinaia di metri. 
Il nuovo palazzone è motivo di scontro politico in consiglio comunale e sta creando malumori tra i residenti della zona, tra cui anche sostenitori indefessi dell’attuale amministrazione.

Ecco il testo della petizione, che si trova qui.

Egregio sig. Sindaco, egregi Consiglieri,

con la presente lettera i sottoscritti cittadini chiedono di non approvare il PAC riguardante Via Molinari, che prevede la costruzione di un grattacielo di 12 piani all’incrocio tra Via Molinari e Via Marco Polo.

Nonostante l’apprezzabile intento di rigenerare l’edificio ora esistente, si fa presente che la nuova costruzione risulterebbe enormemente sproporzionata sia rispetto all’attuale fabbricato sia rispetto agli edifici circostanti. Per le residenze viciniori di Via Molinari, di Vicolo Molinari e di Via Marco Polo l’attuazione di tale progetto avrebbe come conseguenza una perdita di valore, per la riduzione della luminosità, della già limitata vista panoramica sulle montagne e per il probabile aumento di traffico in una zona già molto congestionata nelle ore di punta.

Non si vede la necessità di autorizzare volumetrie così importanti nemmeno dal punto di vista della offerta di alloggi in una città che certo non manca di locali vuoti o sfitti. Certo non dubitiamo della affidabilità dell’impresa edile, né della efficienza energetica della nuova costruzione, ci limitiamo a osservare che l’impatto della nuova opera potrebbe e dovrebbe essere minimizzato, riportando le volumetrie concesse al livello di quelle delle più recenti costruzioni (Via Marco Polo 5) e previste dall’attuale PRGC (7 piani).

La presenza di grattacieli quali il Principe di Via San Quirino e le Torri di Via Montereale non è così vicina, come parrebbe dalla relazione tecnica dell’impresa, da giustificare un intervento così impattante in una zona dove a est del nuovo edificio si trovano le “casermette” di Vicolo Molinari, residenze storiche di due piani che sono state recentemente abbellite e ristrutturate dai proprietari, a nord si trova l’area dell’ex-Fiera che si eleva di un solo piano dal terreno e a ovest e a sud la massima elevazione degli edifici è di sei piani, meno di trenta metri contro i settanta del progetto. Un’area insomma dove la costruzione di un edificio di dodici piani ci appare assolutamente incongrua e invasiva e che chiediamo al Consiglio comunale di Pordenone di non permettere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cittadini lanciano una petizione contro il palazzone di 12 piani

PordenoneToday è in caricamento