rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
lo studio nazionale

Pordenone città sicura, ma il punto debole sono gli omicidi stradali

Secondo la classifica sulla sicurezza pubblicata da Il Sole 24 Ore, la provincia è la seconda d'Italia per sicurezza. Ma sulle strade c'è un problema.

Pordenone è una città sicura, e questa non è una notizia. Dall’ultima classifica pubblicata da Il Sole 24 Ore sull’indice della criminalità in Italia si nota quali sono le virtù e quali i punti deboli della provincia. Si tratta di uno specchio sulle denunce registrate, relative al totale dei delitti commessi sul territorio nell’anno precedente.

Nella classifica generale Pordenone si piazza al 105esimo posto su 106, con un numero di denunce pari a 2131,5 ogni 100 mila abitanti. Questa andrebbe letta al contrario, cioè Pordenone è la seconda provincia più sicura d’Italia, dietro Oristano e davanti all’Aquila.

Si naviga nei bassifondi o alla peggio a metà in quasi ogni classifica specifica per tipologia di crimine, tranne per una voce. La provincia è al 25esimo posto nazionale per omicidi da incidente stradale, con 2,6 casi per ogni 100 mila abitanti. 

Una notizia che arriva a poca distanza dall’ultimo episodio, con l’incidente sulla Pordenone Oderzo che è costato la vita a Mario De Marchi. Il problema è reale e percepito dai cittadini, in particolare considerando l’eccesso di velocità di molti automobilisti sul territorio.
Considerando una provincia e una città in cui l’asfalto rispetto ad altre zone d’Italia si può definire perfetto, l’illuminazione stradale sempre efficiente e ben mantenuta, così come la segnaletica orizzontale e verticale, il 25esimo posto nazionale è la cartina di tornasole che qualcosa sulle nostre strade andrà affrontato e risolto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pordenone città sicura, ma il punto debole sono gli omicidi stradali

PordenoneToday è in caricamento