rotate-mobile
Cronaca / Pordenone Nord / Via Montereale

Insultata e minacciata al pronto soccorso, operatrice attiva il pulsante rosso d'emergenza

Il fatto è avvenuto tra Natale e Capodanno all'ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone dove un paziente ha aggredito un membro del personale

Non è passato molto tempo dalla presentazione del nuovo pulsante rosso d'emergenza da parte dell'ex questore di Pordenone, Luca Carocci. Un sistema pensato per contenere il crescente numero di aggressioni contro il personale sanitario e garantire sicurezza all'interno dei reparti d'ospedale. Il dispositivo ha già superato la fase dimostrativa dato che si è già verificato il primo episodio d aggressione al Pronto soccorso come riportato dal Gazzettino. Nel corso delle festività natalizie un'operatrice è stata aggredita verbalmente e minacciata da un paziente ed è stata costretta a utilizzare il pulsante per chiamare le forze dell'ordine.

Il sistema sanitario regionale ha purtroppo vissuto momenti di difficoltà nella gestione degli accessi giornalieri in ospedale. Oltre a essere una questione numerica, vista l'assenza di personale tra medici, infermieri e operatori, a influire sui problemi all'interno della sede di via Montereale ci ha pensato anche l'influenza e il covid. Virus che hanno portato a un aumento di richieste di assistenza anche a Pordenone. Un abitante di Pordenone, stufo di aspettare il turno, ha cominciato a prendersela con il personale minacciando l'operatrice. La persona, per paura di essere aggredita, ha premuto il pulsante rosso consentendo l'arrivo tempestivo della polizia. 

Aggressioni ai sanitari, arriva il pulsante rosso di emergenza
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insultata e minacciata al pronto soccorso, operatrice attiva il pulsante rosso d'emergenza

PordenoneToday è in caricamento