rotate-mobile
Cronaca / Prata di Pordenone

Ragazza di 12 anni morta nel sonno: disposti i primi esami

Il procuratore della Repubblica di Pordenone, facente funzioni, Mariagrazia Zaina: «Al momento non ci sono indagati»

Sarà l'autopsia a fornire elementi sulla morte di Natalia Van Winkle. La 12enne, figlia di un soldato americano in servizio al 31° Fighter Wing di Aviano e di una dipendente che lavora all'interno della base americana, è stata trovata senza vita nel suo letto dai genitori a Prata di Pordenone. Stando alle prime ricostruzioni, la ragazza su era fatta male al ginocchio venerdì pomeriggio mentre stava disputando una partita di football americano.  

L'infortunio e la febbre che non scendeva avevano spinto i genitori ad accompagnarla al pronto soccorso pediatrico per alcuni controlli. I medici, per capire le sue condizioni di salute, hanno compiuto una serie di esami, dalle radiografie all’ecografia al torace. Entrambi con esito negativo. Dopo essere stata dimessa, nella giornata di lunedì lamentava comunque forti dolori al ginocchio. Alle 23 si era messa a letto. 

A trovare il corpo senza vita è stato un familiare, giunti nella sua stanza per svegliarla per andare a scuola. Nonostante le manovre di rianimazione guidati da un infermiere della Sores, i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.  

Il procuratore della Repubblica di Pordenone, facente funzioni, Mariagrazia Zaina si è espressa sul caso parlando direttamente all'Ansa. «Non ci sono ancora persone iscritte nel registro degli indagati», ha affermato dopo aver incaricato il medico legale Antonello Cirnelli a eseguire i primi esami.  «Qualora si rendesse necessaria l'autopsia, è pronosticabile l'iscrizione nel registro degli indagati dei medici che hanno visitato la ragazzina nel pomeriggio di domenica al Pronto soccorso di Pordenone come misura di garanzia in modo da nominare un perito di parte all'esame necroscopico». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza di 12 anni morta nel sonno: disposti i primi esami

PordenoneToday è in caricamento