rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Cronaca

Resistenza, lesioni e danneggiamento in tribunale: condannato 45enne

L'imputato, originario di Aviano, aveva colpito un carabiniere e una guardia giurata dopo essere entrato nella sede di Pordenone senza fermarsi ai controlli

Rifiutò di sottoporsi ai controlli di sicurezza in tribunale salendo lungo le scale nonostante le richieste di fermarsi da parte delle guardie giurate. Aveva preteso un incontro con il procuratore, e nel tentativo di raggiungere gli uffici ha colpito un carabiniere e una guardia e danneggiato lo scorrimano del tribunale. Per questo un uomo di 45 anni, residente ad Aviano e difeso dal legale Patrizia Rech, ieri è stato condannato con rito abbreviato a 4 mesi e 10 giorni per il reato di resistenza, lesioni aggravate e danneggiamento. All'imputato, che ha ottenuto uno sconto di pena, è stata inoltre riconosciuta la seminfermità mentale. 

Il fatto risale al 5 settembre. L'uomo, dopo aver parcheggiato l'auto a pochi passi dal tribunale, si è diretto verso la sede senza fermarsi per i controlli con il metal detector. Le guardie giurate, per impedirgli di accedere negli uffici della Procura, hanno cercato di bloccarlo mentre saliva le scale che portano al terzo piano. Gli operatori sono stati obbligati a chiamare i carabinieri di Pordenone, arrivati in tempo prima che la situazione degenerasse. Durante la colluttazione, però, il 45enne, visibilmente alterato, ha colpito un agente e una guardia giurata, costretti ad andare all'ospedale per dei controlli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resistenza, lesioni e danneggiamento in tribunale: condannato 45enne

PordenoneToday è in caricamento