Domenica, 21 Luglio 2024
botta e risposta / Centro Storico

Forza Nuova annuncia le ronde in centro, è polemica

Il movimento di estrema destra propone "passeggiate per la sicurezza" in via Cavallotti

Per combattere il degrado in via Cavallotti, strada recentemente al centro delle cronache per le frequentazioni notturne, il movimento di estrema destra Forza Nuova rilancia l'idea delle ronde. 
I militanti del partito guidato da Roberto Fiore sottolineano che «in tutta Italia e d'Europa con l'aumentare dell'immigrazione è aumentato il degrado, a prescindere dalla vendita di alcol. Questo è ciò da cui il sindaco dovrebbe difendere i cittadini: dall'aumento di stranieri (molesti) in città. Perché finché ci sarà una massa di persone che, per volontà e cultura e per i numeri elevati di arrivi, non è capace di integrarsi nella nostra società, la situazione è destinata solo che a peggiorare. Proprio per questo, mentre le istituzioni non fanno nulla di effettivamente efficace per tutelare la sicurezza di chi gli ha dato fiducia, Forza Nuova ha deciso di annunciare che presto inizieranno le "passeggiate per la sicurezza" anche a Pordenone. L'unico modo rimasto per difendersi è riprendere i posti occupati dagli stranieri».

Le reazioni

Il prefetto Natalino Domenico Manno ha specificato che la sicurezza è un tema serio che va gestito dalle forze dell'ordine e non con delle ronde. 
«In città ci sono delle criticità - ha sottolineato l'assessore alla sicurezza Elena Ceolin - non le sottovalutiamo e ci impegniamo a fondo per la sicurezza, allo stesso tempo crediamo sia il caso di evitare di amplificare le situazioni. Pordenone è e resta una città dallo standard di sicurezza decisamente buono».

In una nota, il segretario cittadino del Partito Democratico, Alessandro Genovesi, ha commentato: « La proposta di Forza Nuova di iniziare in città, a partire da Via Cavallotti, delle passeggiate per la sicurezza autogestite è semplicemente imbarazzante, oltre che fuori dalla legalità. La sicurezza e l'integrazione sono questioni spesso legate, serissime e che meritano di essere gestite in modo equilibrato e pragmatico da professionisti qualificati come la Polizia Locale, senza intromissioni da parte di soggetti riconoscibili solamente per il loro estremismo politico. Soffiare sul fuoco e alimentare allarmismi e tensioni rappresenta un atto di irresponsabilità nei confronti della città e dei pordenonesi il cui disagio, tuttavia, non deve essere in alcun modo sottovalutato e minimizzato da parte delle istituzioni e di chi amministra la città».

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Nuova annuncia le ronde in centro, è polemica
PordenoneToday è in caricamento