rotate-mobile
il caso

Processi per stupro, un'assoluzione e una condanna per l'ex giocatore del Pordenone

Santiago Guido Visentin è stato assolto per mancanza di prove. Per un altro fatto ha ricevuto una condanna a sei anni

Ha ricevuto due denunce per violenza sessuale. Per una c'è stata una condanna in primo grado, per l'altra l'assoluzione. Al centro del caso l'ex giocatore del Pordenone Santiago Guido Visentin, 
Il 16 gennaio è arrivata l'assoluzione per mancanza di prove per un fatto avvenuto a ferragosto del 2020. Visentin secondo quanto riporta l'Arena al tempo giocava nel Belluno e avrebbe avuto rapporti con una ragazza insieme ad altri due calciatori. 
Rapporti non consenzienti secondo la giovane. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a otto anni, ma sono stati assolti per mancanza di prove. 
Al momento il giocatore è in forza al Cittadella in serie B ed è stato messo fuori rosa.

Il calciatore 24enne inoltre è stato condannato a sei anni di reclusione per uno stupro avvenuto a gennaio del 2020. Visentin e altri quattro imputati erano compagni di squadra nella Virtus Verona all'epoca dei fatti, avvenuti nella notte tra il 18 e il 19 gennaio. La ragazza aveva denunciato di essere stata accompagnata da uno dei giocatori, suo compagno di scuola, in un appartamento dove si trovavano altri quattro calciatori; qui sarebbe stata fatta ubriacare e poi sottoposta a rapporti sessuali non consenzienti. La società scaligera li aveva sospesi, e quindi ceduti ad altre squadre. In sede processuale il pm ha preso atto del risarcimento ma ha ritenuto che ciò non escludesse la responsabilità penale dei giovani, chiedendo e ottenendo la pena di sei anni per ognuno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processi per stupro, un'assoluzione e una condanna per l'ex giocatore del Pordenone

PordenoneToday è in caricamento