rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca / Aviano

Simulazione di un attacco nucleare contro un F-16: maxi esercitazione ad Aviano e in Germania

L'addestramento Radiant Falcon si è svolto sia nella base aerea Pordenonese che in quella di Spangdahlem al confine con il Lussemburgo

Una simulazione di un attacco aereo esposto a radiazioni nucleare durante il volo. Sono questi i dettagli di un'operazione, denominata Radiant Falcon, che si è svolta nella base aerea di Aviano e di Spangdahlem, in Germania. Gli aviatori si stanno preparando a qualunque scenario, compreso quello di possibile utilizzo di armi nucleari tattiche vista la crisi geopolitica che sta toccando la zona dell'Europa orientale con il conflitto russo-ucraino. 

L'esercitazione, riporta Stars and Stripes, prevedeva delle lezioni in aula seguite da una prova generale con il personale coperto con tute protettive gialle, guanti e maschere antigas. Gli istruttori hanno spiegato agli aviatori come comportarsi in caso di radiazioni simulando un attacco a un aereo in volo. L'F-16 esposto, spiega il sergente Donel Wanton, deve dunque tornare in base dopo essere passato per una zona ad alto rischio. 

Circa trenta aviatori hanno partecipato alla simulazione. Parliamo di un personale altamente professionale che deve gestire una situazione di estremo pericolo. Soccorritori, personale medico, rifornitori di carburante, addetti alle attrezzature aeronautiche e alle manutenzioni hanno avuto tempo 20 minuti per indossare le tute in attesa dell'atterraggio dell'aereo. La squadra scelta, suddivisa in piccoli gruppi, dovrà svolgere più lavori in modo da permettere all'F-16 di ripartire e riprendere il volo.  

Per garantire la massima sicurezza sono stati usati dei dosimetri personali elettronici nelle tute per monitorare l'esposizione individuale alle radiazioni. L'obiettivo è di controllare lo stato si salute del pilota e garantire la protezione di tutto il personale che si è occupato della decontaminazione dell'aereo. Per questo sono stati adoperati altri strumenti per rilevare il livello di particelle radioattive nell'aria e sull'aereo. Gli aviatori dovevano in quel caso inserito i dati in un foglio di calcolo Excel per capire la gravità dell'esposizione alle radiazioni e valutare ogni rischio nella fase di intervento.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simulazione di un attacco nucleare contro un F-16: maxi esercitazione ad Aviano e in Germania

PordenoneToday è in caricamento